Baby vandali, crocifissi rotti e scritte sataniche | Le scene di terrore postate sui social

Si sono intromessi in una scuola danneggiando muri e rompendo i crocifissi, un gruppo di baby vandali è stato denunciato per blasfemia. Le immagini degli atti vandalici ripresi con il cellulare e postati sui social network

Il fatto gravissimo è accaduto in una scuola di Novara. I componenti di una banda di piccoli vandali si è introdotta nell’edificio scolastico con l’intendo di spaccare tutto ciò che si trovava difronte.

baby vandali
Baby vandali, crocifissi rotti e scritte sataniche (Ansa)

In modo particolare, i baby vandali si sono accaniti sui crocifissi appesi alle pareti delle classi spaccandoli in più parti e imbrattando gli stessi muri con frasi blasfeme. Gli atti di puro vandalismo venivano poi ripresi con il cellulare da uno dei componenti della banda e postati sui social network.

Baby vandali, crocifissi rotti e scritte sataniche sui muri | I video con il cellulare postati sui social

Il gruppo di baby vandali, tutti minori, sono i protagonisti degli atti vandalici che nella notte tra il 24 e il 25 aprile scorso, si è introdotto in una scuola media di Novara.

baby vandali novara
Baby vandali, distruggevano crocifissi e imbrattavano i muri delle scuole con frasi sataniche, denunciati (Pixabay)

Il gruppo di ragazzini ha distrutto arredi, crocifissi e danneggiato i muri di diverse classi con scritte sataniche e blasfeme.

Le scene di violenza venivano riprese con lo smartphone di uno dei componenti della banda per poi essere divulgate sui social.

La Polizia che indaga sul caso, ha identificato nel gruppo di vandali sia alcuni studenti che fanno parte della scuola stessa sia ex allievi sia ragazzini che non sono collegati all’istituto scolastico in questione.

I responsabili degli atti criminali sono stati denunciati alla Procura della Repubblica presso il tribunale per i Minorenni di Torino per accertare le responsabilità sui fatti avvenuti. In questo caso, considerato che i minori non sono imputabili per i fatti, i genitori saranno obbligati a risarcire il danno causato all’istituto scolastico novarese.

Al danno anche la beffa, poiché un componente della banda di piccoli vandali avrebbe ripreso le scene per poi postare il video sui social network.

Non è la prima volta che la scuola media di Novara si ritrova a dover fare i conti con il vandalismo. Questo ultimo danneggiamento è il terzo avvenuto in poco tempo.

Secondo le indagini portate avanti della Squadra Mobile della Questura di Novara i baby vandali sono responsabili dei reati di furto, danneggiamento e offesa religiosa mediante vilipendio.