Alec Baldwin, spari sul set Rust: una vittima e un ferito grave | Casa di produzione nei guai: “Indifferenza sulla sicurezza…”

Nuovi dettagli sulla vicenda dell’attore Alec Baldwin e la morte di Halyna Hutchins. Cosa è stato deciso e quali sono le novità.

Alec Baldwin ha attraversato un momento non semplice a causa della morte di Halyna Hutchins, direttrice della fotografia, colpita a morte durante le riprese del film Rust. Adesso emerge una novità che riguarda proprio la casa di produzione del film.

Alec Baldwin
Alec Baldwin, spari e una vittima sul set di Rust | Casa di produzione nei guai, le conseguenze

La notizia è stata confermata da fonti autorevoli che hanno parlato di quanto avvenuto sul set della pellicola cinematografica. La decisione arriva dopo l’incidente dello scorso 21 ottobre con la morte della donna durante le riprese di Rust.

Alec Baldwin e la tragedia sul set di Rust | La decisione

La casa di produzione è stata multata per il mancato rispetto delle norme di sicurezza. A riportare la notizia è l’Associated Press che ha parlato di una multa di 139.793 dollari inflitta proprio alla Rust Movie Productions. “Dimostrata pura indifferenza alla sicurezza dei lavoratori“, si legge nella motivazioni dell’Ufficio per la salute e la sicurezza sul lavoro del New Mexico.

Alec Baldwin
Alec Baldwin e la tragedia sul set di Rust | La decisione

La tragedia ha fatto il giro del mondo subito dopo l’accaduto. Alec Baldwin ha sempre parlato di una tragedia, ma subito dopo la famiglia della vittima lo ha querelato per la morte della donna durante le riprese.

Spari durante le riprese | Multata la produzione

La società di produzione che ha supervisionato il film è stata citata in giudizio mercoledì 20 aprile 2022 dalle autorità del New Mexico. Secondo quanto riportato dall’accusa, proprio a causa della morte di un membro della troupe, la Rust Movie Productions non avrebbe protetto il cast e gli altri componenti che stavano lavorando per realizzare il film.

Citata in giudizio la Rust Movie Productions per violazione della clausola sui dazi generali. Si tratta in sostanza di scegliere luoghi di lavoro che non presentino potenziali pericoli. Sulla vicenda è intervenuto il capo dell’ufficio per la sicurezza sul lavoro. “Sulla base dei risultati dei nostri investigatori abbiamo concluso che sul set c’erano una serie di rischi per i dipendenti in merito all’uso di armi da fuoco e all’incapacità della direzione di agire su quei rischi“, ha detto all’AP Bob Genoway. Nessun addestramento aggiuntivo per la sicurezza delle armi sul set, ma al contempo non ci sarebbe stata alcuna azione dopo due incendi avvenuti sul set prima della sparatoria accidentale.