Alessandro Borghese, altra gaffe | La “ricetta” del successo non funziona più: cosa è successo

Alessandro Borghese continua a far parlare di sé: i pareri sono discordanti, una sua recente dichiarazione fa discutere. La gaffe gela.

Un piccolo eroe Borghese. Si può definire così la parabola storica del noto Chef italiano che, dall’America, è tornato nel Bel Paese per mettere a frutto i suoi studi: l’uomo non è solo cuoco, ma anche consulente culinario. Ha diverse aziende – tra cui la AB Normal – specializzate in food consulting e qualche ristorante sparso per la Penisola.

Borghese scivolone
Alessandro Borghese, la polemica social (ANSA)

“Il lusso della semplicità” è il suo motto, la celebrità l’ha raggiunta nei primi anni Duemila quando viene chiamato in televisione per dar vita a note trasmissioni di cucina. Più recentemente la svolta ulteriore con “4 Ristoranti”. Vero e proprio cult del genere: il cooking show è il suo pane, ma talvolta la farina (del suo sacco) può risultare indigesta.

Alessandro Borghese, la gaffe costa cara: pioggia di critiche allo Chef

Dopo tanta popolarità Borghese inizia ad accumulare dissenso, questo per via di alcune uscite poco felici che fanno infuriare il pubblico: aveva iniziato durante la pandemia, quando con i ristoranti chiusi – nel primo e secondo lockdown – disse che il suo ristorante rischiava di chiudere, menzionando cifre da capogiro a dispetto di tanti altri colleghi che per varie ragioni non hanno il suo seguito.

Borghese polemica
Il noto Chef nel mirino degli utenti (ANSA)

La disparità ha fatto infuriare gli utenti che gli hanno dato addosso in ogni modo sui social. Shitstorm che prosegue tempo dopo quando ribadisce che non trova giovani: “Le nuove generazioni non vogliono lavorare”, e giù disappunto. Ora, oltre il danno, la beffa: “Lavorare richiede sacrificio e abnegazione. Io all’inizio ne ho avuta tanta, questi giovani pretendono subito. Mettersi al lavoro inizialmente non significa per forza essere pagati.

Le parole dello Chef se prima davano fastidio, ora risultano intollerabili: il popolo di Twitter non lo perdona. Anche sul resto dei social non si finisce di insultarlo. Critiche anche pesanti che gravano su un fardello considerevole. Persino la nota giornalista Francesca Barra si scaglia contro il noto cuoco.

Leggi anche – Meteo, maltempo con pioggia, venti forti e anche neve | Fino a quando durerà

La verità sta nel mezzo, si dice. E il mezzo – nel senso di medium – non giustifica il fine. O meglio: non giustifica Borghese. L’appeal accumulato nel tempo rischia di diventare un boomerang ed essere – per citare Celentano, uno dei cantati preferiti da Borghese – “Quel dolce con fondo amaro che non mangi più”.