Cristiano Ronaldo, il telefonino rotto al giovane tifoso costa caro | “Non è più nostro testimonial”

Il brutto gesto di Cristiano Ronaldo, che al termine della partita contro l’Everton ha colpito la mano di un bambino autistico distruggendo il suo telefono, avrà pesanti ripercussioni per la sua immagine.

Intanto la polizia inglese ha aperto una indagine per capire i fatti e comprendere le responsabilità dell’attaccante dello United.

Non si placa la bufera su Cristiano Ronaldo dopo il brutto gesto a un bambino autistico

La bufera su Cristiano Ronaldo non si è placata anzi, dopo quarantotto ore, si è rinforzata. Sabato scorso l’attaccante portoghese, al termine della partita in trasferta con l’Evenrton, persa per 1-0, si era lasciato ad andare a un gesto scorretto nei confronti di un ragazzo autistico.

Incamminandosi verso lo spogliatoio ha colpito la mano del ragazzino facendo cadere il telefonino che questi impugnava e mandandolo in frantumi. La madre del giovane ha espresso tutta la sua indignazione per l’episodio, mentre CR7 ha postato su Instagram un messaggio di scuse.

Non è mai facile affrontare le emozioni in momenti difficili come quello che stiamo affrontando – ha scritto Ronaldo -. Tuttavia, dobbiamo sempre essere rispettosi, pazienti e dare l’esempio a tutti i giovani che amano questo bel gioco. Vorrei scusarmi per il mio sfogo e, se possibile, vorrei invitare questo tifoso a guardare una partita all’Old Trafford in segno di fair-play e sportività“.

Save the Children scarica Ronaldo dopo il gesto al bambino tifoso dell’Everton

Le scuse però sembrano non essere bastate. Una importante organizzazione no profit, di cui Ronaldo è testimonial, ha preso già le distanze dal fenomeno portoghese.

L’attaccante dello United, infatti, non sarà più ambasciatore di Save The Children, come riporta il quotidiano inglese “The Sun“. L’organizzazione, che ha il compito di proteggere i bambini, non vuole avere l’attaccante come ambasciatore dopo l’episodio del 9 aprile.

LEGGI ANCHE > Gas in Italia, addio alla dipendenza dalla Russia: Draghi vola in Algeria | I dettagli dell’accordo

Per Save The Children non sarebbe coerente avere come testimonial di una organizzazione che vuole che i bambini si sentano al sicuro una persona che ha reagito in modo scorretto nei confronti di un giovane.