Inseguimento che non ti aspetti: la polizia ferma un’auto | La scoperta è davvero sorprendente | VIDEO

Un normale pattugliamento notturno di polizia si è trasformato in qualcosa di inaspettato. Alcuni agenti, dopo aver fermato un’auto, sono rimasti impreparati su come comportarsi.

Gli agenti della volante, dopo essersi affacciati al finestrino dell’auto appena fermata, hanno fatto una scoperta che li ha lasciati spiazzati.

L’auto fermata dalla polizia

Se c’è un posto nel mondo dove il futuro è a portata di mano, è certamente la Silicon Valley e l’area di San Francisco. Proprio nella città più europea, per sembianze, di tutta l’America non è difficile imbattersi in novità tecnologiche che non sono ancora apparse altrove. Le auto Tesla a San Francisco, per esempio, sono ormai cosa comune.

Come comune è imbattersi in auto che sperimentano nuovi prodotti tech di compagnie affermate o start up. Non dovrebbe, dunque, stupire o lasciare impreparati se per le strade di San Francisco a circolare sia una auto senza conducente.

Gli agenti si sono trovati a inseguire un’auto senza conducente per le strade di San Francisco

Non è stato cosi per una volante della polizia della città rimasta spiazzata dopo aver approcciato un taxi, all’apparenza con i fari spenti.

Gli agenti, dopo lo smarrimento iniziale per essersi resi conto che alla guida non c’era nessun autista, hanno provato ad aprire l’auto senza successo. A quel punto i poliziotti sono stati protagonisti di un siparietto che ha creato ilarità tra i presenti. Non appena gli agenti si sono diretti verso la propria auto per comunicare con la centrale, il taxi si è messo subito in moto allontanandosi. A quel punto la pattuglia è stata costretta ad iniziare un comico inseguimento.

Non si è trattato, ovviamente, di un tentativo di fuga da parte dell’auto che ha semplicemente cercato di spostarsi più avanti, per fermarsi in un luogo più sicuro e spazioso.

LEGGI ANCHE > Ucraina, bimba costretta a vivere in orfanotrofio | Rifiutata dai genitori: il motivo è assurdo

L’auto della Cruise, una filiale di General Motors, è usata per un servizio di taxi sperimentale per i suoi dipendenti. Sulla vicenda è stata aperta una inchiesta, probabilmente la prima nel suo genere, che certamente farà giurisprudenza.