Merkel passa il testimone a Draghi: “Ora cambiare l’Europa spetta all’Italia”

La Conferenza stampa congiunta del Presidente del Consiglio Mario Draghi e della Cancelliera della Repubblica Federale di Germania ha sancito anche simbolicamente un passaggio di testimone. Italia in pole position in Europa?

draghi merkel

Mario Draghi e Angela Merkel arrivata oggi in Italia Angela Merkel, per quella che la stessa cancelliera ha definito come: “La sua visita d’addio”. Dopo essere stata ricevuta da Papa Francesco in Vaticano ha incontrato a Palazzo Chigi il Presidente del Consiglio Mario Draghi. Visita che molti vedono come una simbolica staffetta del ruolo di leader nel vecchio continente. Una sorta di passaggio di consegne per la guida in Europa. Draghi e Merkel in più occasioni hanno ribadito la stima reciproca e l’intesa tra Roma e Berlino rimane salda: “Abbiamo bisogno di un’Italia economicamente forte, e Mario Draghi ha già fatto passi importanti per raggiungere questo obiettivo”, ha detto la Cancelliera che per ha guidato la Germania per quattro mandati.

Il Presidente del Consiglio ha aperto la Conferenza Stampa ringraziandola personalmente per la collaborazione proficua durante gli anni di Presidenza della Bce, e per la visita odierna a Palazzo Chigi. “Voglio ringraziare la Cancelliera Merkel per la sua visita a Roma. Si tratta probabilmente della sua ultima visita bilaterale in Italia, e voglio quindi cogliere quest’occasione per esprimere la mia gratitudine a nome del Governo ma anche mio personale, per il ruolo determinante che ha avuto nel disegnare il futuro dell’Europa negli ultimi sedici anni”, ha commentato il Premier.

Mario Draghi ha raccontato come dal 2005 a oggi l’Europa abbia affrontato la grande recessione, la crisi dell’euro, la pandemia di Covid, e come la Cancelliera abbia saputo guidare la Germania e l’Unione Europea con calma, determinazione e sincero spirito europeistico. “Durante gli anni che ho trascorso alla guida della Banca Centrale Europea, Angela Merkel ha sostenuto con grande convinzione l’indipendenza della banca centrale, anche quando venivamo attaccati per le politiche espansive, necessarie per difendere l’integrità della moneta unica, allontanare i rischi di deflazione e sostenere la ripresa. E’ stata una campionessa del multilateralismo quando altri Paesi si schieravano per il protezionismo e l’isolazionismo”, chiarisce Draghi.

Il Presidente del Consiglio ha poi spiegato che la Cancelliera ha avuto un ruolo decisivo nella creazione del programma Next Generation EU, segno tangibile della solidarietà dell’Unione Europea verso i paesi più colpiti dalla pandemia. Lo stesso Draghi ha poi aggiunto: “Durante la fase più acuta della pandemia in Italia, la Germania ha fornito assistenza diretta a decine di pazienti italiani. Li trasportati negli ospedali tedeschi, un gesto che ci ha profondamente commossi”, conclude Draghi.

LEGGI ANCHE >> Covid, Mario Draghi: “Numero di morti inaccettabile ma…”

Angela Merkel: “Draghi garante dell’Euro”

Angela Merkel Mario Draghi

“In pochi mesi si è creata una collaborazione molto stretta, abbiamo stimolato questa crescita anche quando era presidente della Bce, in questo caso è stato un grande garante dell’euro con grande determinazione. Ha contribuito allo sviluppo ulteriore dell’euro come moneta unica” ha detto a sua volta Angela Merkel al termine dell’incontro.

In mattinata la Cancelliera tedesca si era recata in Vaticano per la visita di congedo a Papa Francesco: “E’ stata una gioia e un onore incontrare il Santo Padre“, ha detto la Merkel. E proprio insieme a Bergoglio nel pomeriggio parteciperà ad un incontro sulla pace organizzato dalla comunità di Sant’Egidio.