Youth4Climate, l’accusa di Greta Thunberg: “Dai leader solo bla bla bla”

Presente anche Greta Thunberg a Milano per Youth4Climate. La manifestazione a cui parteciperanno giovani provenienti da 197 paesi del mondo per discutere dell’emergenza climatica. Parteciperanno anche i Ministri Cingolani e Bianchi.

Milano, Greta Thunberg al Youth4Climate

Sarà Greta Thunberg l’ospite più atteso di Youth4Climate, la conferenza internazionale sulla crisi climatica, che dal 28 al 30 settembre si terrà al Mico di Milano. Oltre 400 ragazzi giunti da 197 paesi del mondo per confrontarsi sul delicato tema del cambiamento climatico e sensibilizzare l’opinione pubblica sulla questione ambientale. Parteciperanno anche il Premier britannico Boris Johnson, in collegamento da remoto, e il segretario Onu Antonio Guterres.

A rappresentare l’Italia saranno Daniele Guadagnolo, ventottenne lavoratore nel campo del green marketing, e Federica Gasbarro, ventiseienne attivista romana laureata in biologia. Parleranno inoltre il Ministro alla Transizione Ecologica Roberto Cingolani e il Ministro dellIstruzione Patrizio Bianchi. Mercoledì 29 interverrà il Ministro degli Esteri Luigi Di Maio.

Giovedì 30 sarà la volta del Presidente del Consiglio Mario Draghi e del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella.

LEGGI ANCHE >> Grecia, terremoto a Creta: magnitudo 6.1. Una vittima e diversi feriti

Youth4Climate, l’apertura di Greta Thunberg

Greta Thunberg

Sarà proprio Greta Thunberg ad aprire Youth4Climate alle 10 di questa mattina. La giovane attivista interverrà insieme all’ugandese Vanessa Nakate. Greta è arrivata al Mico di Milano poco prima delle 10:00 e si è recata nell’area tamponi per sottoporsi al test, obbligatorio per tutti, anche per i possessori di Green Pass.

Letteralmente accerchiata dai giornalisti mentre era in coda per il tampone, l’attivista ha dichiarato: “Sto bene a Milano. Ho le stesse aspettative di molti altri incontri, molte chiacchiere”. Ma è quando ha preso la parola dal palco della Youth4Climate di Milano che la Thunberg affonda chiaro il suo concetto. “Non esiste pianeta o piano b. Le parole dei nostri leader sono sempre le stesse, bellissime e altisonanti ma che non hanno portato ad alcuna azione. Quando parlo di cambiamento climatico mi viene in mente green
job. Dobbiamo arrivare a una transizione senza traumi. Non si puo’ piu’ andare avanti con il bla bla bla, green economy bla bla bla, decarbonizzazione bla bla bla. Cosa vogliamo? Giustizia climatica. Quando la vogliamo? Ora” ha ripetuto il concetto più volte alla platea che alla fine del suo discorso le ha tributato una standing ovation.

Lo Youth4Climate si concluderà la sera del 30 settembre con il concerto Music4Climate a cui parteciperanno tra gli altri Daniele Silvestri, Nina Zilli e Michele Bravi. Saranno presenti inoltre gli attivisti di Fridays for Future per i quali è necessario fare pressione sui prossimi appuntamenti politici internazionali, decisivi per salvare il pianeta.

Emanuele Genovese, uno dei portavoce italiani della rete ha dichiarato: “Il 2021 sarà l’anno con le emissioni più alte di sempre. Il movimento chiede che questa crisi venga affrontata realmente, e non a parole. Viviamo in un decennio fondamentale per il contrasto ai cambiamenti climatici in vista dei tempi a venire. Il momento di agire è ora”.