Colpo alla ‘ndrangheta: in manette 52 persone in tutta Italia. 400 militari impegnati nell’operazione “Karpanthos”

Un colpo alla ‘ndrangheta ha portato all’arresto 52 mafiosi in tutta Italia. L’operazione militare denominata “Karpanthos” è in corso da questa mattina. 400 militari diretti dalla Dda di Nicola Gratteri

Dall’alba di questa mattina, 22 settembre, è in corso su tutto il territorio nazionale italiano l’operazione dei carabinieri del Comando provinciale di Catanzaro, denominata “Karpantohs” voluta e coordinata dalla (Dda) Direzione distrettuale antimafia, diretta dal magistrato Nicola Gratteri.

Ndrangheta
‘Ndrangheta colpo basso alla mafia: 52 arresti in tutta Italia nell’operazione antimafia Karphantos – free.it

Come riporta stamani l’edizione romana de Il Messaggero, il magistrato calabrese ha dato esecuzione a ben 52 ordinanze di custodia cautelare a carico di altrettante persone accusate di associazione per delinquere di stampo mafioso e associazione per delinquere finalizzata al traffico di sostanze stupefacenti, caratterizzate dalla disponibilità di armi.

Colpo alla ‘ndrangheta con l’operazione “Karpanthos”: 52 mafiosi arrestati

Ai 52 arrestati si contestano, tra gli altri citati, anche i reati di estorsione, rapina, ricettazione, riciclaggio ed intestazione fittizia di beni, aggravati dalle modalità mafiose. L’operazione antimafia voluta dal magistrato Nicola Gratteri è scattata alle prime luci dell’alba di oggi, venerdì 22 settembre.

'Ndrangheta, colpo alla mafia da parte della Dda di Catanzaro: 52 arresti in tutta Italia. L'operazione "Karpanthos" - free.it
‘Ndrangheta, colpo alla mafia da parte della Dda di Catanzaro: 52 arresti in tutta Italia. L’operazione “Karpanthos” – free.it

Su tutto il territorio italiano il blitz antimafia denominato “Karpanthos” ha impiegato oltre 400 militari che attualmente stanno eseguendo le ordinanze di custodia cautelare nei confronti di 52 soggetti. Di questi: 38 sono finiti in carcere, 6 agli arresti domiciliari e 8 con obbligo di presentazione alla Polizia Giudiziaria.

Le ordinanze emesse si basano sui gravi indizi in capo ai delitti ipotizzati nei loro confronti, a vario titolo, di associazione di tipo ‘ndranghetistico, associazione finalizzata al traffico di droga caratterizzate dalla disponibilità di armi. Ma non solo anche dei reati di estorsione, rapina a mano armata, ricettazione, riciclaggio e intestazione falsa di beni aggravati dalle modalità di tipo mafiose. Al momento il procedimento per i tipi di reati ipotizzati è in fase di indagini preliminari. Questa mattina alle ore 10:30 si terrà una conferenza stampa nella sede della Direzione distrettuale antimafia di Catanzaro nella quale verranno resi noti tutti i dettagli dell’operazione militare.

Ministro dell’Interno Piantedosi: “Importante risultato contro la criminalità”

Il ministro dell’Interno Matteo Piantedosi ha commentato l’operazione della Direzione distrettuale antimafia di Catanzaro diretta dal magistrato Nicola Gratteri che ha portato all’arresto di 52 persone affiliate alla ‘ndrangheta stamattina: “L’operazione condotta oggi su tutto il territorio nazionale dall’Arma dei Carabinieri fa segnare un altro importante risultato nell’azione di contrasto alle organizzazioni criminali”.

Poi il titolare del Viminale ha concluso dicendo: “I numerosi arresti di pericolosi latitanti realizzati in questi mesi in Italia e all’estero, le continue azioni contro i sodalizi criminali e le operazioni ‘alto impatto’ che si susseguono nelle aree più a rischio del Paese, sono i segni di un impegno corale nella lotta alla criminalità organizzata e nel contrasto a ogni forma di illegalità, che rappresentano fra i principali pilastri su cui si fonda l’azione di questo Governo. I risultati conseguiti ogni giorno contro il malaffare sono la riprova, inoltre, del grande valore e della capacità investigativa di magistratura e Forze dell’ordine, che ringrazio per il loro quotidiano impegno”.