Maxi rissa: spari e coltellate in strada. Una cinquantina le persone coinvolte, un ferito grave

Una maxi rissa accaduta per strada a Pordenone. Sono oltre cinquanta le persone coinvolte che si sono accoltellate e sparate tra loro. Quattro feriti di cui un 29enne in gravissime condizioni. Cosa è successo

Le persone rimaste ferite nella rissa sono almeno quattro, tra questi un 29enne in modo grave. Nella maxi colluttazione avvenuta nella serata di ieri a Villanova di Prata, frazione di Pordenone, sarebbero oltre cinquanta le persone coinvolte. Pare che la lite sia scaturita all’interno della comunità Sikh. A infervorire gli animi sarebbe stata la gestione del tempio locale.

maxi rissa
Maxi rissa a Pordenone: cinquanta persone coinvolte: spari e coltellate in strada. Un ferito grave (ansa) free.it

Sono tutti cittadini stranieri, molti probabilmente indiani ma si registrano anche altre persone di nazionalità diverse. Secondo le informazioni divulgate dalla stampa locale tra i feriti quella che versa in gravi condizioni sarebbe stato colpito da uno o più colpi di arma da fuoco.

Nella maxi rissa 50 persone coinvolte. Cosa ha scatenato la guerriglia

Nella zona di via Saba, a Villanova di Prata (frazione di Pordenone) sono intervenuti carabinieri, polizia e diverse ambulanze dopo la maxi rissa di ieri sera. Al momento sarebbero quattro i feriti e tra quelli più gravi, c’è un 29enne che è stato raggiunto da alcuni spari o forse coltellate che hanno trafitto il torace e una gamba. Il giovane è stato portato in elisoccorso all’ospedale di Udine.

maxi rissa
Maxi rissa a Pordenone: cinquanta persone coinvolte, spari e coltellate in strada. Un ferito grave (ansa) free.it

Mentre, altre tre persone sono state trasportate presso l’ospedale di Pordenone forse colpiti da coltellate. La zona in cui è avvenuta la rissa è molto popolare. Nel quartiere ci sono case popolari e un piccolo parco. La lite ha coinvolto esponenti della comunità Sikh di Pasiano. Da mesi la tensione è alle stelle e i malcontenti pare siano dovuti alla gestione del tempio locale.

Non è la prima volta che in quella stessa area si verificano episodi violenti. Anche in passato, racconta questa mattina la stampa locale, diverse vicende di aggressione si sarebbero registrate sempre per la gestione del tempio locale. La notte tra il 5 e il 6 settembre scorsi a Pasiano, piccolo paese in provincia di Pordenone, furono date alle fiamme due automobili di persone coinvolte nella gestione del tempio Sikh. Intanto i carabinieri indagano sul caso e non si esclude che i due episodi siano tra loro collegati e che questo ultimo sia nato come una sorta di spedizione punitiva.

Impostazioni privacy