Neonato morto soffocato in ospedale, Chiara Ferragni racconta la sua esperienza | Cosa ha detto l’influencer

Sulla tragedia del neonato morto soffocato mentre era in stanza con la madre all’Ospedale Pertini di Roma, tante donne hanno voluto testimoniare la propria solidarietà. Ha raccontato la sua esperienza anche Chiara Ferragni, nota influencer, moglie di Fedez prossima a salire sul palco di Sanremo 2023. 

“Le donne sostengano le altre donne”, era più meno il senso letterale della scritta che Chiara Ferragni aveva scelto di mettere sulla maglia che ha indossato nella conferenza stampa in cui ha reso noto che il cachet per la sua partecipazione a Sanremo, sarà devoluto per una buona e giusta causa: quella della violenza contro le donne.

Chiara Ferragni, dalla prte della madre del bimbo morto soffocato
Chiara Ferragni scende in campo al fianco della madre del bimbo morto soffocato in ospedale. Foto Ansa

Anche in quell’occasione le critiche contro l’influencer che fattura numeri da capogiro, non erano mancate. “Se fai beneficenza falla in silenzio” le twittarono contro nomi noti, tra questi anche la penna spesso al vetriolo di Selvaggia Lucarelli.

Chiara Ferragni, al fianco della madre del bimbo morto soffocato in ospedale

Cosa diranno ora i non estimatori della bionda e bella e brava e prossima coconduttrice del Festival di Sanremo, davanti al fatto che Chiara Ferragni sia scesa sul campo virtuale per difendere quella madre che lo scorso 7 gennaio all’ospedale Pertini di Roma, nel cuore della notte, ha scoperto che suo figlio era morto soffocato proprio mentre dormiva con lei? Chiara Ferragni, madre, e non imprenditrice o modella o presentatrice, ci ha voluto mettere la faccia.  O meglio ha voluto raccontare la propria storia di puerpera. Perchè, diciamocelo tranquillamente (e chi scrive in questo caso è una donna e dunque di parte) quanto accaduto in quel reparto del nosocomio romano, poteva avvenire ovunque. E capitare a ciascuna di noi. 

La nota influencer “Siamo donne e mamme, non supereroi”

Ma torniamo alla storia postata su Instagram della Ferragni. Poche parole, ma che, come al solito, hanno centrato l’obiettivo, esattamente come sanno fare gli occhi azzurri di colei che lo ha voluto pubblicare. “Mi ricordo quando ho partorito Leo, dopo un’induzione di 24 ore e quando mi è stato lasciato al seno per l’allattamento ho rischiato in primis di addormentarmi diverse volte. Ci vuole supporto e aiuto. Siamo donne e mamme, non supereroi”.

Chiara Ferragni Instagram
Neonato morto soffocato a Roma, il commento di Chiara Ferragni su Instagram

 La vita di Fedez e Chiara Ferragni è ogni giorno sotto gli occhi di tutti. E l’influencer ha sempre ammesso e testimoniato con post e video e foto, quanto l’aiuto nella quotidianità non le sia mancato. Quando Leone nasce, marito e moglie sono negli USA e la Ferragni fa capire, che forse, una mano in più alla neomamma sarebbe stato gradito. Da qui la scelta di raccontarsi in tre righe, e testimoniare una vicinanza  alla donna che oggi non può più tenere in braccio il proprio bambino.