Era in ospedale per un mal di pancia. Bimba di tre anni muore dopo 3 arresti cardiaci | Aperta una inchiesta

Papà Ciro e mamma Mena vogliono la verità. Vogliono conoscere le reali cause che hanno portato alla morte della propria bimba. Aveva solo poco più di tre anni. Domenica notte era stata portata in ospedale a Napoli. Poi il calvario: tre arresti cardiaci e il decesso avvenuto ieri

Nessuna patologia pregressa, nessun sintomo prima del calvario durato 48 ore. Due giorni interi di sofferenza, ma anche di speranza. Speranza che ieri pomeriggio, poco dopo le 13 ha smesso di esistere, come la vita della piccola Elena Cella, che a soli 3 anni e mezzo muore.

Bimba di 3 anni muore a Napoli in ospedale,
Bimba di 3 anni muore in ospedale a Napoli, era entrata con un mal di pancia. Foto Ansa

Ed ora la mamma e il papà chiedono di conoscere la verità. Cosa è successo dopo il ricovero in ospedale di domenica notte? Perchè la loro bambina non ce l’ha fatta? Sul caso che ora andiamo ricostruire è stata aperta un’inchiesta, dopo che i genitori della bimba hanno depositato una denuncia contro ignoti presso la caserma del Vomero.

La procura di Napoli ha disposto il sequestro delle cartelle cliniche relative ai ricoveri all’ospedale Santo Bono e al reparto di Diabetologia pediatrica presso il vecchio policlinico Vanvitelli. Il corpo di Elena resterà a disposizione affinchè venga effettuata l’autopsia. Ma torniamo alla cronaca, e ripercorriamo gli eventi che si sono succeduti a partire dalla notte tra domenica e lunedì, quando Elena accusa un forte mal di pancia. La bimba arriva al pronto soccorso pediatrico del Santo Bono, a Napoli. Gli esami a cui verrà sottoposta, indicheranno uno scompenso dei valori e un picco diabetico. Immediata la decisione di trasferire la piccola nel reparto specializzato di Diabetologia pediatrica del Vanvitelli.

Bimba di 3 anni muore dopo 3 arresti cardiaci. Era in ospedale per un mal di pancia

Bimba di tre anni muore in ospedale a Napoli
Bimba di 3 anni, muore in ospedale a Napoli. Foto Ansa

Ore 9 di lunedì mattina: Elena va in arresto cardiaco. Il Vanvitelli non ha una rianimazione pediatrica, quindi la bimba viene prima stabilizzata e di nuovo portata al Santo Bono, dove è stata intubata. Alle 18 sempre di lunedì, Elena ha un secondo arresto cardiaco. I medici intervengono e la salvano, ma ieri mattina il cuoricino della bimba viene attaccato nuovamente. Le condizioni di Elena sono gravissime e dal terzo arresto cardiaco la piccola non si riprenderà.  Il decesso viene dichiarato alle 13 di ieri. Cosa ha causato quel mal di pancia? Cosa ha provocato gli infarti? Le risposte arriveranno anche grazie all’esame autoptico.

Intanto resta il dolore di mamma Mena e papà Ciro che attraverso il proprio legale,  chiedono di sapere la verità “La famiglia è distrutta dal dolore  e chiede di poter comprendere cosa sia accaduto. Nomineremo i nostri consulenti di parte da affiancare a quelli che sceglierà la Procura”. Queste le parole dell’avvocato riportate anche da il Messaggero.