Tesoro nazista, caccia all’oro per una mappa desecretata dall’Olanda: quanto vale

In Olanda è partita la caccia al tesoro nazista dopo che il Governo ha deciso di desecretare una mappa che indicherebbe l’esistenza di un ingente malloppo nascosto nel 1945. La vicenda ha aguzzato l’interesse di numerosi cercatori di tesori e della stampa internazionale.

Ben 18 milioni di euro. Questa la cifra a cui ammonterebbe il tesoro nascosto in Olanda dai soldati tedeschi. Si tratterebbe di un bottino di guerra e come tale i militari germanici l’avrebbero messo al riparo durante la ritirata.

Il Governo olandese pubblica una mappa su un tesoro nazista
Il Governo olandese pubblica una mappa su un tesoro nazista – Free.it AnsaFoto

Adesso, a 80 anni da allora, l’Esecutivo olandese ha deciso di pubblicare una serie di carte top secret, di cui fa parte anche una cartina con porterebbe a mettere le mani su una ricchezza favolosa.

Il tesoro dei nazisti: sale la febbre dell’oro

Secondo alcune ipotesi il tesoro sarebbe costituito da gioielli e monete d’oro per un valore stimato di circa 18 milioni di euro. Come prima accennato tutto ciò farebbe parte di un bottino di guerra. I soldati dell’esercito tedesco l’avrebbero nascosto nelle campagne olandesi durante la fuga, magari pensando di recuperarlo in un secondo tempo, o sperando nel ribaltamento delle sorti del conflitto. La mappa desecretata dalle autorità di Amsterdam ha attirato come mai prima l’interesse di molti cercatori di tesori. Ma la corsa all’oro ha coinvolto anche i media, che in un attimo hanno rilanciato la notizia in tutto il mondo.

A seguire la curiosa vicenda sono altresì docenti universitari, storici ed esperti. Stando a quanto si apprende, l’ingente patrimonio sarebbe costituito da 4 casse di munizioni contenenti monete, orologi, gioielli, diamanti e altre numerose pietre preziose. Valore? Duetre milioni di fiorini olandesi nel 1945, pari oggi a circa 18 milioni del muovo conio europeo. La possibilità di rinvenire l’immensa dote è possibile grazie a Helmut S. . Un uomo nato nel 1925 e che pertanto potrebbe essere ancora vita, costituendo una delle ragione per le quali le autorità olandesi non hanno reso noto il suo nome. Helmut sarebbe uno dei tre uomini che partecipò al sotterramento delle casse. Gli altri due sono morti prima della fine della guerra.

Il Governo olandese pubblica una mappa su un tesoro nazista
Il Governo olandese pubblica una mappa su un tesoro nazista -Free.it AnsaFoto

Dove si troverebbe il tesoro: la parola agli esperti

Secondo quanto riferito da alcuni esperti, l’ambito tesoro si troverebbe appena fuori il villaggio di Ommeren. Ancora, la vasta fortuna sarebbe stata seppellita nell’aprile 1945, quando l’andamento della guerra per il Terzo Reich era ormai segnato sulla via della sconfitta. Alcuni soldati decisero quindi di nascondere le casse a 40 chilometri da Arnhem. I preziosi sarebbero entrati in possesso dei tedeschi dopo il bombardamento di una banca locale. E qui entra in gioco Helmut. Fu lui a dare la mappa ai funzionari olandesi del Beheersinstituut, ente creato per restituire alle vittime di guerra il maltolto.

Molte di coloro sono ebrei deportati. Già altre volte, si apprende, il tesoro è stato cercato, ma senza alcun riscontro. Ora con la cartina online, molti nutrirebbero fiducia che possa essere la volta buona. Annet Waalkens, consulente agli archivi nazionali commenta: “Spero davvero che sia ancora lì, e che qualora verrà disseppellito potremo rintracciare alcuni dei legittimi proprietari”. Beh, è iniziata la caccia.