Morte Polina Kochelenko, ritrovato un secondo cellulare | Spunta un uomo misterioso

La morte di Polina Kochelenko è avvolta nel mistero. Dopo la scomparsa misteriosa dei due cani dell’addestratrice ora nuove scoperte dalle indagini. Spunta un secondo cellulare. Chi è l’uomo che appare nelle chat

In casa dell’addestratrice cinofila 35enne, Polina Kochelenko, morta il 18 aprile del 2021 nella roggia Malaspina a 500 metri dalla sua abitazione, le indagini portate avanti dagli inquirenti hanno portato alla luce un secondo cellulare. A dare la notizia del ritrovamento è Il Giorno.

morte polina kochelenko
Morte Polina Kochelenko, il giallo si infittisce dopo il ritrovamento di un secondo cellulare (@facebook)

Questo nuovo elemento potrebbe essere molto utile agli investigatori che stanno seguendo il caso sulla morte della donna. Dopo il ritrovamento, il telefono è stato consegnato alla Procura per capire cosa possa essere successo all’addestratrice e criminologa.

Ma il vero mistero che ruota intorno al cellulare riemerso è il nome di un uomo con cui la 35enne avrebbe avuto una relazione in quel periodo. Per far chiarezza sul giallo sarà svolta una perizia informatica.

Dopo la morte di Polina Kochelenko nuovi indizi spuntano nelle indagini: ritrovato un secondo cellulare

È trascorso solo un mese da quando la Procura ha modificato il capo d’imputazione del fascicolo sulla morte di Polina Kochelenko in omicidio volontario. I magistrati all’inizio ne avevano chiesto l’archiviazione del caso ma il legale della madre della 35enne, l’avvocatessa Tiziana Barrella, ha presentato richiesta di opposizione.

morte polina kochelenko
Morte Polina Kochelenko, ritrovato un secondo cellulare: chi è l’uomo misterioso in rubrica (@facebook)

I dubbi che girano intorno la morte della Kochelenko sono sempre di più ma gli elementi raccolti, in collaborazione a un investigatore privato, avrebbero convinto sia il giudice per le indagini preliminari che poi la Procura stessa. Così oltre al cellulare ritrovato e all’uomo misterioso, ci sono diversi altre domande che attendono una risposta concreta.

Per esempio il giallo relativo ai cani. Nel periodo precedente la morte di Polina – avvenuta per annegamento – la donna aveva con sé sei cani. Di questi, due erano suoi e quattro le erano stati affidati da un centro cinofilo con cui lavorava. Ma il giorno della morte di Polina, sono stati trovati solo tre cani mentre uno era tornato verso casa della donna da solo. All’appello però ne mancavano altri due che, ad oggi, non sono stati mai trovati. Inizialmente si pensava fossero finiti in un canale e che la 35enne per salvarli si fosse gettata in acqua morendo così annegata. Ipotesi che comunque non vince poiché i due cani, morti o vivi, non sono mai stati trovati.