Infantino, l’ultimo saluto a Pelè scatena l’ira dei tifosi: pesanti accuse al Presidente FIFA

Infantino omaggia Pelè, ma il tributo a ‘O Rei non piace ai tifosi: cos’è successo alla veglia funebre in Brasile.

Pelè, gli occhi del mondo guardano ‘O Rei per l’ultima volta. A casa sua nella veglia funebre, in attesa dell’ultimo saluto. Tifosi, appassionati e tanti addetti ai lavori si accalcano in quello che è il tempio del Santos dove il corpo di Edson Antes riposa per l’ultima volta. Sottoposto a tanatoprassi per garantire a tutti di poterlo vedere prima che sia davvero scritta la parola fine su questa favola calcistica stupenda, Pelè porta con sé ricordi indimenticabili.

Gianni Infantino Pelè
Gianni Infantino, polemica dei tifosi alla veglia di Pelè (ANSA)

Gli stessi a cui fa riferimento il Presidente della FIFA Gianni Infantino, pronto a salutare il re del calcio. L’uomo appare visibilmente emozionato, ma non basta a rassicurare i migliaia di tifosi accorsi in Brasile. Ore di fila per vedere un risvolto inatteso: Infantino, infatti, dopo le belle e opportune parole sul campione, lancia la proposta di intitolare uno stadio in ogni Paese a Pelè. Affinchè tutti – anche i più giovani – si ricordino di lui. I propositi, tuttavia, cozzano con le intenzioni: il Presidente FIFA, dopo l’accorato appello, viene visto sorridente intento a fare selfie con le persone in prossimità della bara.

Pelè, Infantino e la “gaffe” alla veglia funebre: cos’ha fatto il Presidente FIFA

Pelè Infantino polemica
Addio Pelè: Infantino, polemica alla veglia (ANSA)

Pelè guarda idealmente. L’occhio dei presenti però non perdona. Lo sdegno per un atteggiamento simile non impiega molto a circolare, dentro e fuori la Rete. Seguono vibranti polemiche. Uno scivolone tutt’altro che di poco conto. Si va a sommare con le parole “poco felici” dette in Qatar, contesto che ha visto il Mondiale svolgersi sotto tanti interrogativi.

Ora, invece, la domanda è solo una: come uscire, se possibile, da questo pantano? Infantino è stato visto, neanche il tempo di omaggiare ‘O Rei che aveva già ripreso le pubblic relations – come vengono solitamente definite – non ci si ferma davanti a nulla: Pelè viene ricordato anche per la sua diplomazia. Tratto che, spesso, viene sottovalutato: il Web lo ricorda a gran voce, con Infantino costretto a fare i conti con attimi di eccessiva leggerezza. L’appuntamento, ora, è alle esequie dove l’atmosfera dovrà essere – per forza di cose – diversa.