Rubano le ceneri di un bambino di 4 anni | L’appello straziante dei genitori

Trafugate a Pistoia le ceneri di un bambino morto a soli 4 anni. L’appello straziante della famiglia per recuperare tutto quello che le resta del figlioletto. Indagano le forze dell’ordine.

Il triste episodio ha avuto luogo a Candeglia, in provincia di Pistoia. I ladri intrufolatisi in casa hanno rubato anche l’urna contenente le ceneri del piccolo Manuel Cianferoni, deceduto nel 2015 a causa di un tumore al cervello.

Rubano urna con ceneri di un bambino di 4 anni
Rubano urna con ceneri di un bambino di 4 anni – Pixabay

Disperata la famiglia, che ha rivolto un appello per recuperare i resti mortali del bambino, morto a soli 4 anni. Sull’accaduto indagano gli uomini delle forze dell’ordine.

Ceneri rubate: la dinamica e l’appello dei genitori

La vicenda risale a martedì scorso, nel pomeriggio. I ladri sono entrati nell’abitazione dei genitori del piccolo e si sono impossessati dell’urna di ottone contenente le ceneri. Una volta preso atto dell’episodio, la famiglia è caduta nel più profondo sconforto. I genitori hanno quindi rivolto un appello davvero straziante per recuperare il prezioso contenitore, privo per loro di un valore economico, ma di smisurata affezione per quello che custodisce.

“E’ tutto quello che ci rimane di lui, vi prego di riportarcela”. Questo il messaggio lanciato dalla mamma e dal papà di Manuel. A dare voce alla malcapitata famiglia è stata la testata Reportpistoia.

Rubano urna con ceneri di un bambino di 4 anni
Rubano urna con ceneri di un bambino di 4 anni – Facebook

Il racconto dei genitori di Manuel

Al quotidiano La Nazione, i genitori del piccolo Manuel hanno raccontato l’amara vicenda. “Mio marito è stato il primo ad entrare e subito si è accorto che qualcosa non tornava”, svela Alessia. Che poi continua: “Ha visto una borsa per terra in salotto e si è diretto in camera da letto trovandola a soqquadro. Poi la teca aperta e dentro non c’era più niente”. Ancora la donna prosegue fornendo alcuni dettagli sul furto: “Hanno rubato anche i giochini di mio figlio, eroi della Marvel che erano custoditi nella teca”.

In conclusione, anche a nome del marito Andrea, Alessia ha rivolto un appello colmo di speranza. Il tentativo è che i rapinatori possano ascoltarlo e tornare sui propri passi, restituendo almeno l’urna sottratta. “Chiediamo che chiunque sia entrato a casa nostra – sostiene la mamma – possa in qualche modo farci riavere le ceneri di nostro figlio. Non è possibile – aggiunge – rubare un’urna mortuaria, un valore inestimabile per noi”. La storia ha fatto il giro del web ed è stata condivisa da numerosissimi utenti della rete.

Ritrovata l’urna rubata

E’ stata alla fine rinvenuta l’urna col le ceneri del piccolo Manuel. A ritrovarla alcuni cittadini nei pressi dell’abitazione dove è stato compiuto il furto. Il recupero è stato realizzato dagli agenti di polizia, chiamata da alcuni passanti che si sono accorti della teca abbandonata al margine della strada. Mamma e papà possono simbolicamente riabbracciare il loro bambino e chiudere questa triste vicenda della loro vita.

Manuel era un bambino vivace e intelligente; particolarmente socievole e ben amato da chiunque lo conoscesse. Nonostante la giovanissima età gli piaceva giocare a basket e seguire la squadra locale durante le partite. La notizia della sua malattia precipitò la città in un’angoscia generale e diventò lui l’idolo degli altri bambini, i quali gli indirizzavano pensieri e disegnini di ogni sorta. No davvero, questa storia non poteva finire com’era cominciata, ovvero con lo smarrimento delle sue ceneri.

Impostazioni privacy