Davide Ferrerio in coma: intercettazioni shock incastrano gli arrestati | Cosa sappiamo

Le novità sul caso di Davide Ferrerio arrivano anche dopo gli arresti delle due donne: il contenuto di alcune chat lascia senza parole. 

Il ragazzo di Bologna è stato aggredito a Crotone lo scorso mese di agosto. Al momento si trova in coma presso l’ospedale Maggiore a causa di un brutto colpo subito alla testa dopo la caduta rovinosa sull’asfalto. Per l’aggressione di Davide Ferrerio risultano in carcere Nicolò Passalasqua, una donna e sua figlia, seppur con accuse differenti.

Davide Ferrerio aggressione
Aggressione Davide Ferrerio, intercettazioni da brividi | Cosa sappiamo (Immagine Rete)

Le due donne sono state arrestate nella giornata di venerdì 11 novembre 2022 e adesso sarebbero emersi ulteriori particolari sulla vicenda del giovane aggredito lo scorso 11 agosto. I messaggi scoperti nel corso delle indagini lasciano senza parole, specialmente per il contenuto. Per donna e figlia pende l’accusa di concorso anomalo in tentato omicidio.

Aggressione Davide Ferrerio, il contenuto dei messaggi lascia senza parole

La ragazza di 17 anni arrestata, insieme alla madre Anna Perugino, avrebbe scritto un messaggio dopo aver visto quanto accaduto. “Perché ho visto la scena ed è caduto come un salame. Però che bel cazzotto“, si legge in un messaggio riportato dall’agenzia ANSA indirizzato dalla giovane all’autore dell’aggressione.

Proprio questa conversazione sarebbe elementi fondante dell’ordinanza emessa dal gip. sarebbe così espressa la ragazza di 17 anni arrestata insieme alla madre dopo le indagini. Una vera e propria spedizione punitiva per un ragazzo che era completamente estraneo alla vicenda.

Davide Ferrerio
Aggressione Davide Ferrerio, il contenuto dei messaggi lascia senza parole (Immagine Rete)

Scusami ancora per stasera, scusati anche con tua mamma sennò ci scrivo io“, si legge testualmente. “Ma vaaaa ha detto di stare tranquillo“, si legge come prova della condotta violenta avallata. Nel frattempo la famiglia di Davide Ferrerio ha chiesto agli organi d’informazione di evitare la diffusione delle immagini del pestaggio.

Ad annunciarlo è l’avvocato Gabriele Bordoni che ha fatto un appello. “La famiglia invita tutti gli organi di informazione ad evitare di diffondere ancora le immagini terribili del pestaggio, che rappresentano per i congiunti del ragazzo un martirio. Il riproporsi di immagini di quel tipo significa incrementare il dolore e la tragedia“, commenta l’avvocato.

Nuovi dettagli

Proprio la donna avrebbe istigato Passalacqua dopo i messaggi di un uomo inviati alla figlia sui social network. Risulta comunque indagato, seppur a piede libero, un uomo di 34 anni residente a Rocca di Neto. Al momento non si conoscerebbe per quale motivo, a breve tutto potrebbe diventare più chiaro.

Impostazioni privacy