Giorgia Meloni, offerta di matrimonio social da non credere | Sfiorato caso diplomatico

Proposta indecente per Giorgia Meloni.  Lo spasimante è il capo delle Forze Armate ugandesi. Boutade o autentica offerta di matrimonio? Sfiorato l’incidente diplomatico tra i due Pesi.

Niente meno che il capo delle Forze Armate ugandesi. Ecco l’autore dell’incredibile proposta di matrimonio rivolta alla leader di Fratelli d’Italia, Giorgia Meloni.

La notizia è rimbalzata su media, social e giornali di tutta Italia, generando tra i lettori ilarità e sgomento. Muhoozi Kainerugaba, l’alto papavero del Paese africano, ha pubblicato un post in cui ha stimato il valore della Meloni, misurandolo in vacche.

Giorgia Meloni
Meloni Leader di Fratelli d’Italia: proposta di matrimonio sorprendente (Screenshot Google)

Generale ugandese a Giorgia Meloni: l’originale e poco romantica proposta di matrimonio

Generale ugandese offre 100 vacche per sposare la Meloni
Generale ugandese offre 100 vacche per sposare la Meloni – web source

Senza tanti giri di parole, senza alcun corteggiamento e senza mai averla conosciuta, Muhoozi Kainerugaba ha pensato di non perdere tempo in bazzecole e di formulare una proposta di nozze alla Meloni. Evidentemente deve essere uno abituato a ottenere quello che vuole. Quindi all’uso delle sue latitudine ecco esordire con una offerta che in Europa verrebbe considerata roba da caverna. “Quante mucche può valere il prossimo ministro italiano?” – si domanda Kainerugaba. Ecco la risposta data da se stesso: “Almeno 100 mucche della razza Ankole” . Il pittoresco Generale, che evidentemente può permettersi di rischiare un incidente diplomatico con l’Italia ( lui che tanto è il figlio dell’autoproclamato presidente dell’Uganda), ai più avveduti non è sembrato poi così irrispettoso. Stando a quanto si apprende, l’offerta di numerosi bovini per una donna, sarebbe considerato in Uganda un gesto di grande apprezzamento.

L’anomala proposta che fa sobbalzare l’opinione pubblica ma non le femministe

Il fatto che Muhoozi Kainerugaba, comandante in capo delle Forze Armate ugandesi e presidente preconizzato alla guida del Paese, abbia offerto 100 mucche di razza Ankole per sposare Giorgia Meloni, non dovrebbe essere considerata una offesa. Alcuni esperti hanno sottolineato il carattere galante della proposta, contestualizzando l’accaduto alla luce delle usanze praticate in Uganda. La mucca di tipo ankole è la più pregiata, spiega lo stesso Generale dopo alcuni commenti piccati ricevuti sul suo profilo social. “Per i miei amici italiani, le mucche Ankole sono le più belle della terra. So che gli europei danno alle ragazza che amano i fiori? Non l’ho mai capito. Nella nostra cultura – conclude Muhoozi Kainerugaba – dai a una ragazza come una mucca”.

Vuoi mettere, a caval donato non si guarda in bocca, diceva l’adagio. E poco importa se in questo caso la bocca è quella di una vacca. Poi, esagerando, e con spirito goliardico, l’alto ufficiale aggiunge: “Se non accettate invaderemo l’Italia”. E per inscenare l’avvio delle trattative posta una foto dell’ambasciatore italiano Massimiliano Mazzanti, auspicando pure che le nozze si celebrino altrimenti “ci toccherà invadere l’Italia per lavare l’affronto” – ha scritto infine Kainerugaba. Ma se la boutade del “generalissimo”, poi opportunamente cancellata, può perfino suscitare ilarità, è rimasto invece deluso chi sulla vicenda si aspettava l’intervento dei movimenti femministi; che al contrario in passato sono scesi in campo per molto, molto meno.