Stefano Tacconi, operato di nuovo: parla il medico | Le sue condizioni

L’ex portiere della Juventus Stefano Tacconi è finito nuovamente sotto i ferri a cinque mesi dall’emorragia cerebrale da rottura di aneurisma che lo ha colpito.

I familiari hanno sottolineato che il nuovo intervento era programmato da tempo per procedere alla chiusura dell’aneurisma.

Stefano Tacconi, operato di nuovo: parla il medico. Le sue condizioni

Stefano Tacconi, due mesi fa, aveva impressionato tutti positivamente. Dal suo letto di ospedale aveva dato dimostrazione di come il percorso di recupero dall’emorragia cerebrale che lo aveva colpito stesse funzionando. In occasione del 27esimo compleanno del figlioAndrea, l’ex portiere bianconero gli aveva regalato una lettera di auguri con tanto di autografo a chiusura, sotto la scritta “il tuo papà“.

Stefano Tacconi, nella sua missiva, auguri a parte, aveva sollecitato il figlio a saper contare sempre su di sé: “Se cerchi una mano nel bisogno, la trovi alla fine del tuo braccio” il messaggio simpatico scritto dall’ex campione che aveva dimostrato di non aver perso nonostante tutto la sua ironia.

Stefano Tacconi, le condizioni dell’ex portiere dopo il nuovo intervento chirurgico

Adesso l’ex numero uno è stato sottoposto a un nuovo intervento chirurgico per proseguire il suo percorso di completo recupero. Una operazione che era programmata già da tempo.

Stefano Tacconi, le condizioni dell’ex portiere dopo il nuovo intervento chirurgico

Papà – ha scritto il figlio Andrea su Instagramè stato sottoposto ad un nuovo intervento chirurgico per migliorare il suo quadro clinico, una procedura che era in programma da tempo”. Un messaggio che ha fatto il paio con quello del direttore della struttura di neurochirurgia del Santi Antonio e Biagio di Alessandria, dove il campione Stefano Tacconi è stato ricoverato.

Stefano – si legge ancora nella nota – dopo un lungo soggiorno presso il presidio riabilitativo, è stato nuovamente ricoverato nella struttura di neurochirurgia per eseguire un nuovo studio neuroradiologico di controllo, programmato con il completamento della chiusura dell’aneurisma che l’aveva portato nel nostro ospedale“.

Lo stesso direttore Andrea Barbanera ha anche specificato il quadro clinico di Tacconi “Le condizioni cliniche e neurologiche sono soddisfacenti. Pertanto al termine di questo ulteriore percorso il paziente riprenderà la riabilitazione” ha detto il direttore della struttura di neurochirurgia del Santi Antonio e Biagio di Alessandria.

Prima dell’intervento, Andrea Tacconi aveva significativamente scritto su Instagram: “Papà, tornerai più forte e più in forma di prima“. Tantissime le manifestazioni di affetto nei confronti dell’ex giocatore bianconero e della nazionale italiana. Messaggi che sono stati commentati sempre dal figlio Andrea.

Tutti noi, in famiglia, siamo rimasti colpiti dalle straordinarie manifestazioni d’affetto verso papà. Gli fanno un gran bene al cuore“.