Gas esilarante, la droga di vip e calciatori spopola tra i giovanissimi | Scatta l’allarme dei genitori

L’allarme è scattato sui social da parte di genitori preoccupati dopo aver trovato delle bombolette di gas esilarante. Dilaga il panico: una nuova droga tra i giovanissimi che arriva direttamente dai festini vip londinesi

Un nuovo modo per sballarsi che parte da Londra e arriva direttamente tra i giovanissimi. È il gas esilarante, una droga che sta dilagando tra le nuove generazioni e che preoccupa molto i genitori che sui social iniziano a postare foto di involucri di plastica vuoti trovate in giro.

gas esilarante
Gas esilarante, la droga di vip e calciatori spopola tra i giovanissimi (Pixabay)

La domanda delle madri e dei padri si ripete su Facebook: “Cosa sono queste bombolette, qualcuno le conosce?”. In alcuni parchi della Capitale ne è pieno ma fino a poco tempo fa non se ne capiva il motivo. Ora l’amara scoperta e scatta l’allarme.

Secondo quanto riportato da Il Messaggero, dall’inizio dell’estate un parco è stato trovato pieno di questi piccoli oggetti argentati che contengono monossido di diazoto, noto come gas esilarante. La droga che sta spopolando tra i teenagers era usata nei festini dei vip e dei calciatori. Ma non solo.

Gas esilarante, la droga di vip e calciatori arriva tra i giovanissimi | L’allarme social lanciato dalle madri

Sta conquistando le generazioni di 13enni di molte città europee. La nuova droga è al terzo posto nel mercato degli stupefacenti più utilizzati tra i giovani dai 13 ai 17 anni dopo la cannabis e l’Mdma. Il nuovo “sballo” sta arrivando con velocità impressionante anche in Italia e, in modo particolare, a Roma dove diversi genitori hanno trovato flaconi vuoti di gas esilarante.

gas esilarante
Gas esilarante, la droga dei vip e calciatori spopolano tra i giovanissimi (Pixabay)

Molto utilizzate dai giovani poiché le bombolette di gas hanno un costo davvero irrisorio: vendute nei supermercati o su internet al prezzo di 1 euro. Il gas aspirato all’interno del flaconcino assicura due minuti di euforia, ma soprattutto una dipendenza molto pericolosa. I sintomi che il gas lascia una volta terminato il suo effetto sono malori e giramenti di testa.

La droga girava già nel 2010 a Londra quando finì sotto i riflettori anche il principe Harry scoperto a inalare alcune bombolette di gas. Così come nel 2018 alcuni giocatori dell’Arsenal finirono su tutte le prime pagine dei tabloid per un festino a base di palloncini di ossido di azoto. Adesso, la stessa droga conquista anche i giovanissimi e i genitori lanciano l’allarme.