Elezioni, campagna elettorale show per Renzi e Calenda | Attacco duro al centrodestra

Campagna elettorale conclusa per il Terzo Polo: le parole di Calenda e Renzi a poche ore dalle elezioni del 25 settembre. Cosa hanno dichiarato i principali protagonisti.

Le elezioni si avvicinano e i partiti politici lanciano da Roma gli ultimi messaggi di natura politica (e non solo). Adesso è il turno del Terzo Polo che dichiara apertamente, così come riportato da Renzi, di non voler stare “né con la destra, né col Pd“, ha ribadito l’ex presidente del Consiglio.

Renzi elezioni
Elezioni, campagna elettorale show per Renzi e Calenda | L’attacco è diretto: “Non vogliamo più mojito, cinghiali e…”

Gli ultimi giorni di campagna elettorale sono alquanto tribolati e non mancano i messaggi per esaltare le proprie idee e disincentivare a sposare quelle altrui. Attacchi mirati arrivano anche da Roma e non si soffermano soltanto sul centrodestra, anzi: c’è spazio per tutti dal palco. Il duo RenziCalenda lancia un coro unanime che i presenti accolgono in maniera festante.

Chiusura campagna elettorale, Terzo Polo in piazza | Il commento di Renzi e Calenda

Prima di salire sul palco si canta l’inno di Mameli: in prima fila protagonisti Calenda e Renzi. Sul palco ci sono al gran completo i massimi esponenti del Terzo Polo. Il primo a parlare è il leader di Italia Viva che conclude a Roma la campagna elettorale. “Abbiamo il vento in poppa, avremo un grande risultato, ma non posso parlare dei sondaggi. Ci sono ancora tanti indecisi. I sondaggi dicono che c’è una grande quantità di indecisi. Palco, selfie, ci manca solo il mojito: poi mi chiamo Matteo, quindi. Siamo l’unica novità credibile di questa campagna elettorale. Noi siamo sui contenuti e qui c’è poco da fare“, ha ribadito Renzi punzecchiando Salvini.

Ma c’è spazio anche per un attacco diretto al sindaco Gualtieri. “Noi non siamo per il festival dei cinghiali, questa cosa è improponibile per la città di Roma“. Le polemiche si spostano anche sul Movimento 5 Stelle. “Non siamo quelli che vivono di Navigator e Redditi di cittadinanza. La parola sinistra e Di Maio nella stessa frase mi dà una certa emozione“. E poi attacco a Fratelli d’Italia per la vicenda Peppa Pig.

Renzi Calenda
Chiusura campagna elettorale, Terzo Polo in piazza | Il commento di Renzi e Calenda

Anche Carlo Calenda è salito sul palco per rilanciare l’unità d’intenti del Terzo Polo. Il leader di Azione guarda oltre e pensa già alle elezioni. “Non c’è emozione senza bellezza, insieme per ribadire che da questa eredità storica, artistica, filosofica e di pensiero riparte la politica che fa grande un Paese che lo è già“, ha ribadito Calenda. “Abbiamo la consapevolezza di essere la fonte dell’idea di Repubblica, lo sappiamo e spesso non ce lo ricordiamo“, ha commentato.

Calenda punta sulla cultura e sul rispetto delle istituzioni per rilanciare e concludere la campagna elettorale del Terzo Polo. “L’Italia deve essere il motore di riflessione in un periodo veramente difficile. Bisogna rispondere a sfide difficile per l’etica e la politica. Dobbiamo spendere il tempo libero per gli altri e con gli altri. Vogliamo interrompere questa storia che quelli di prima abbiamo fatto pietà al governo, è il momento giusto. Siamo quelli che hanno promesso meno di tutti, sanità e scuola sono due pilastri: non dobbiamo farli crollareIo a Piombino ci sono andato, Letta e Meloni no. La cosa importante è spiegare e parlare“.

Campagna elettorale, Terzo Polo parla non molto distante da…

Presenti sul palco Maria Stella Gelmini, Mara Carfagna, Elena Bonetti: tutte hanno chiesto di “cambiare marcia e scegliere il vero cambiamento“. Nel pubblico presente anche Stéphane Séjourné (europarlamentare del gruppo Renew Europe) che si è così espresso: “Questa domenica c’è solo una scelta. L’Italia sul serio, Europa sul serio“, ha ribadito Séjourné.

Mancava ormai poco e anche per loro è arrivato il momento di provare a convincere gli ultimi indecisi, così come ricevere il plauso dei propri sostenitori politici. Calenda e Renzi hanno parlato dalla terrazza del Gianicolo, ma a poca distanza, precisamente a piazza Santi Apostoli, c’è stato anche il Movimento 5 Stelle targato Giuseppe Conte. In contemporanea anche il centrosinistra ha chiuso la campagna elettorale a Roma. Discorso differente per il centrodestra che ha già rilanciato diversi messaggi in piazza.