Elezioni, Anna Maria Corazza (+ Europa) a Free.it | “Sono nella lista nera di Putin e vi dico perché”

Capolista di +Europa in Emilia Romagna. Eurodeputata per il Partito Moderato svedese dal 2009 al 2019. Moglie dell’ex Ministro di Stato svedese Carl Bildt.  Per la prima volta decide di fare politica in Italia “La posta in gioco è alta. Io so cosa significhi il regime di Putin”. Le parole di Anna Maria Corazza, in esclusiva a Free.it

Anna Maria Corazza è  un’imprenditrice  emiliana. “Putin è una minaccia per il nostro Paese. Se ti preoccupi per il carrello della spesa, il legame è diretto e non indiretto”. E’ stata operatrice di Pace Onu durante la guerra dei Balcani, europarlamentare per 10 anni, Presidente di Missing Children Europe e attivista per la protezione dei bambini.

Anna Maria Corazza, +Europa
Anna Maria Corazza, + Europa

Durante il suo mandato si è impegnata strenuamente nella lotta contro i populismi del patto di Visegrad, Johnson e Putin. Ha sempre militato nel Ppe. Europeista convinta. Oggi corre alle prossime politiche del 25 settembre come capolista di + Europa. E’ la sua “prima volta” nella politica italiana. Dal 2015 il suo nome compare nella lista nera di Putin. L’abbiamo raggiunta al telefono e nell’intervista in esclusiva a Free.it, ci racconta della sua “attuale missione”.

Il suo curriculum parla chiaro. Quindi le chiedo subito: ma chi glielo ha fatto fare a ricominciare dall’Italia proprio in un momento tanto complicato?

“Rispondo così: come possiamo affidare l’Italia agli amici di Putin?

Detto da lei poi che è sulla sua lista nera dal 2015…

E ne sono fiera. Sono in prima linea dal 2008, dall’invasione della Georgia, per far capire quanto Putin divida ed indebolisca l’Europa. Sia chiaro. Io non ce l’ho con la Russia, dove ho diversi amici. Io ce l’ho con Putin”

Torniamo al perchè della sua candidatura.

Io sono liberale, moderata, europeista, atlantista. Sono dalla parte di Draghi. Chi ha affossato Draghi, ha affossato l’Italia. Chi lo ha mandato a casa, lo ha fatto per interessi personali. Il nostro Paese deve avere ben chiaro un concetto. Putin è una minaccia diretta. Se ti preoccupi per il caro bollette,  e ricordo che prima di tutto io sono e faccio l’imprenditrice, devi sapere che il legame con lo stesso Putin è diretto e non indiretto. Lui vuole reintrodurre l’impero zarista, non ci dà il gas perchè lo brucia. Gli amici, o meglio i compagni di Putin, i vari Orban e Le Pin rischiano di consegnare parte dell’Europa a Putin. Soltanto due giorni fa il Parlamento Europeo ha detto che l’Ungheria non è una democrazia. E chi ha votato contro?”

Quindi la sua campagna elettorale è votata a creare una precisa consapevolezza?

Guardi che scardinare lo stato di diritto non è mica un dettaglio! Salvini e Meloni hanno sempre guardato a quel modello sopra raccontato. E il motivo per cui ho scelto di fare politica in Italia, ha a che fare con tutto ciò. Io conosco da vicino il regime di Putin. Ho una cognizione precisa di quanto accaduto in Georgia, nel Donbass, in Crimea. E sono fortemente convinta, che non sia sufficiente lavarsi con la candeggina, come fanno alcuni in campagna elettorale!”

Anna Maria Corazza, +Europa
Anna Maria Corazza, + Europa

Elezioni, Corazza (+Europa) a Free.it “Non basta lavarsi con la candeggina in campagna elettorale”

Mi fa capire meglio a proposito cosa è accaduto in Svezia alle elezioni? In cosa è diversa, se è diversa la destra italiana da quella svedese? Salvini ne ha parlato…

Salvini ha sviato gli Italiani, quindi a lui dico di non raccontare balle. In Svezia infatti l’estrema destra non va al Governo! Non è in una coalizione elettorale, nè in una coalizione di Governo. La destra svedese è fortemente ancorata all’Ue e all’alleanza atlantica. Si gioca sulla mancata conoscenza degli Italiani su quanto accade lì, cosa assolutamente normale dopo tutto. E la destra italiana populista e demagogica cavalca l’onda”

Ma davvero lei crede che la politica estera, conterà tanto domenica prossima quando gli Italiani dovranno esprime il proprio voto? Il nostro Paese non ha bisogno anche e soprattutto di altro?

Sarò monotematica, ma resto convinta che si debba fare di tutto per spiegare quale sia sempre stato il reale legame Meloni-Salvini-Orban. Sono convinta che non si possa lasciare una maggioranza parlamentare schiacciante al centro destra…Quindi agli Italiani dico: pensateci bene”