iPhone 14, cosa cambia: le nuove funzioni | La produzione nonostante l’ostacolo Cina

Si preannuncia la conquista del mercato da parte di Apple. I suoi innovativi modelli di iPhone 14 vanno già a ruba, nonostante non presentino segmenti economici come nel passato. Ecco le loro principali caratteristiche.

La vicenda del lancio sul mercato degli iPhone 14 della Apple, è stata anticipata da tensioni al vertice tra Cina e Stati Uniti. L’ iPhone 14 sembrerebbe finito al centro di un caso internazionale a seguito della visita di Nancy Pelosi a Taiwan il mese scorso.

iPhone 14 Apple
L’uscita degli iPhone 14 di Apple – Fb

L’iniziativa a stelle e strisce ha generato l’ira del Dragone, che si è visto tentato di incidere sull’uscita dell’ultima generazione di iPhone Apple.

L’uscita degli iPhone 14 : un caso internazionale

Come è noto la Apple è il più importante cliente della Taiwan Semiconductor Manufacturing Company (Tsmc); ma la produzione dei chip avviene sull’isola asiatica solo per la prima fase. In seguito questi marchingegni vengono spediti in Cina dove vengono assemblati. La Cina dal 1949 non riconosce l’indipendenza di Taiwan. L’isola al contrario rappresenta una enclave occidentale in Estremo Oriente. La controversia ha assunto una piega molto pericolosa, riflettendosi anche sulla produzione degli iPhone. Il governo di Pechino ha deciso che tutti i componenti provenienti da Taiwan debbano riportate la dicitura “Taiwan – China”. In alternativa “Chinese Taipei”.

iPhone 14 Apple
L’uscita degli iPhone 14 di Apple – Ansa foto

L’idea sarebbe quella di far passare l’identificazione dell’isola come parte integrante della Cina. Qualsiasi altra denominazione verrebbe multata per l’ammontare di 4 mila yuan (581 euro). Inoltre i prodotti potrebbero subire ritardi o essere rispediti al mittente. Una prova di forza di non poco conto per Apple, che in fretta e furia ha trasferito parte della produzione in India.

Le caratteristiche degli ultimi smartphone e le differenze col passato

L’esordio sul mercato dell’iPhone 14 di Apple, rappresenta lo spartiacque con una nuova generazione di smarthphone. Stando a quanto si apprende non ci sarà una vera rottura col passato. Non per quanto riguarda il design né per l’hardware. L’estetica dei nuovi dispositivi sarà quindi del tutto simile ai precedenti iPhone 13. Confermate le linee squadrate e i bordi smussati e tondeggianti, come pure l’obiettivo fotografico che rimane in rilievo. Le principali novità riguarderanno la scomparsa del Notch, ovvero lo spazio nero collocato in alto sul bordo, dove si trova la camera frontale. In questo caso dovrebbe esserci un piccolo tondino nero (tipico degli Android), che lascia dello spazio ad una porzione di schermo in prossimità dei bordi. La differenza con gli Android è però caratterizzata dalla forma ovale. Importante anche la dotazione della tecnologia utile per il riconoscimento facciale. Ma non è tutto. Se a partire dal 2014 Apple aveva prodotto più o meno due modelli della stessa generazione, in seguito l’azienda di Cupertino ne ha aumentato il numero. Nel 2021 i modelli erano 4: iPhone 13 e iPhone 13 Mini, ma anche iPhone 13 Pro e iPhone 13 Pro Max. Con riferimento a quest’anno non dovrebbe più esserci il Mini, anche se i modelli saranno 4 lo stesso: due base e due Pro. Due da 6,1 pollici e due da 6,7 pollici. Nessuna differenza invece per quanto concerne l’hardware: tutti da 6 Gb di Ram. Anche se nella serie Pro cambieranno i modelli di questa componente.

iPhone 14 Apple
L’uscita degli iPhone 14 di Apple – Ansa foto

Un altro aspetto è quello che gli iPhone 14 saranno dotati di un processore A 16. Avanzato rispetto all’ A 15 attuale. Anche la memoria vedrebbe qualche novità. Dagli attuali 128 Gg a un Terabyte. La nota dolente per qualcuno potrebbe però essere caratterizzata dal prezzo. Nessuno nuovo modello dovrebbe rientrare nel segmento economico. Il meno caro costerà 967 dollari, mentre il più costoso potrebbe arrivare anche a 2 mila dollari. Secondo Mark Gurma di Bloomberg i nuovi smarthphone di Apple potrebbero uscire già il prossimo 16 settembre. Nulla in merito si sa su quando saranno disponibili in Italia. L’ordinazione immediata potrebbe non bastare per riceverlo in anticipo sui tempi previsti. Infine nessuna innovazione per la ricarica degli iPhone di ultima generazione. Anche questi saranno ricaricati con la presa lighting. Mentre l’opzione Always In Display potrebbe interessare solo i modelli iPhone Pro. Questo permetterebbe di avere il dispositivo sempre acceso e vedere le notifiche in anteprima a fronte di un piccolo spreco di energia.