California, “invasione di vampiri marini” | Il racconto di chi è stato colpito

Sta facendo il giro del mondo l’incredibile notizia dell’invasione delle acque californiane di migliaia di animaletti ghiotti di sangue umano. Le segnalazioni sono sempre più numerose e dai racconti l’incontro con i piccoli crostacei non è per nulla indolore.

Quello che sta succedendo in queste ore in California, potrà fare ricredere molti sull’esistenza dei vampiri. Almeno con riferimento al mondo animale. Stando a quanto si apprende, sembra che le acque della California del Sud siano infestate da piccolissimi crostacei capaci di succhiare sangue umano.

Spiagge californiane
Animaletti succhia sangue invadono le acque californiana – web source

Le testimonianze su quanto sta accadendo si moltiplicano di ora in ora. La situazione è sempre più allarmante, anche per la dolorosa azione che questi esemplari  possono infliggere.

“Vampiri” lunghi un centimetro ma molto aggressivi

Il termine scientifico di questi animaletti succhia-sangue è excirolana chiltoni. A sentirlo pronunciare non direbbe niente a nessuno. Eppure questi crostacei lungi appena un centimetro, sono in grado di provocare molto dolore. Essi infatti attaccano i bagnanti punzecchiandoli ai piedi e succhiando loro il sangue. I media hanno raccolto in merito la testimonianza di una persona attaccata da questi isopodi.
Avevo sangue ovunque, sui piedi e tra le dita – spiega la vittima – Sembrava quasi di essere stata attaccata da un branco di piragna”. Questi singolari esemplari del regno animale appartengono ad una specie marina tra le più variabili: la Cirolanidae. La dieta di queste creature è soprattutto fatta di carcasse di pesci in decomposizione, anche se a volte preferisco il sangue umano.

Le conseguenze dei morsi sulle vittime

Un singolo morso non è fenomeno di cui preoccuparsi. Il problema è però che questi animali attaccano in branco. In questo caso gli effetti dei loro morsi sono ben diversi. Possono attaccare anche in 10 mila unità.

excirolana chiltoni
Animaletti succhia sangue invadono le acque californiana – web source

Gli studiosi stanno cercando di capire cosa li porti in massa a ridosso delle spiagge californiane. Analoga situazione si era registrata già nel 1993, ad un centinaio di chilometri da Newport Beach. Allora i piccoli “vampiri” assalirono una bambina di 2 anni. La vicenda ebbe un lieto fine e i malcapitati corsero solo un bello spavento.