Giallo Big Ben, lancette bloccate sulle 6,25 | Cattivo presagio per il neo primo ministro Truss

È giallo a Londra sull’inaspettato “fermo” del Big Ben. Molti lo vedono come un brutto presagio per l’inizio del mandato di Liz Truss, da oggi primo ministro inglese.

Commenti sui social a non finire per quello definito da molti come un “orribile presagio”.

Si fermano le lancette del Big Ben, presagio per l’insediamento di Liz Truss

Lunedì alle 6,25 l’emblema di Londra, ovvero l’orologio della torre, il famoso Big Ben si è fermato, gettando curiosità e sconcerto tra i londinesi. Sconosciuti i motivi di questo stop, che hanno gettato un’ulteriore ombra oscura, quasi si trattasse di un segno che in molti hanno collegato all’insediamento del neo primo ministro Liz Truss.

Addirittura se ne è parlato anche in parlamento: Siamo consapevoli che i quadranti dell’orologio mostrano l’ora sbagliata. Questa è un’inesattezza temporanea” ha detto in serata il portavoce della Camera dei Comuni. 

Giallo Big Ben, lancette bloccate sulle 6,25. Il collegamento con Liz Truss

Ovviamente dal chiacchiericcio cittadino, la notizia è arrivata sui social network che sono letteralmente esplosi scatenandosi in migliaia di commenti.

Qualcuno ha azzardato anche che fosse morta la regina, anche se la maggior parte lo ha interpretato come un brutto presagio per l’inizio del mandato di Liz Truss, la nuova leader conservatrice dei Tory che è diventata Primo Ministro martedì 6 settembre: “Se questo non è un presagio per il paese, niente lo è!” ha scritto un utente “Il Big Ben si è fermato, la dirigenza del partito conservatore è da ricostruire, l’ultimo discorso di Boris Johnson è stato posticipato per pioggia… tutte metafore del futuro che ci aspetta

Ad onor del vero, l’orologio è già in restaurazione da cinque anni, e i lavori dovrebbero finire da un mese. Certo è che il tempismo con cui si è fermato, in concomitanza dell’addio di Boris Johnson e dell’insediamento della Truss è veramente curioso. La torre della Regina Elisabetta, che ha 177 anni, era stata coperta di impalcature nel 2017 per il restauro della muratura in pietra e dei quattro quadranti dell’orologio di epoca vittoriana. Il meccanismo antico dell’orologio è stato riattivato e la città ha promesso che entro ottobre la sua campana tornerà a suonare come da tradizione.