Timothée Chalamet e Damiano dei Maneskin, gemelli diversi | Tra i due somiglianze impressionanti

Non solo fisicamente, non solo per il look. Timothée Chalamet e Damiano dei Maneskin, i due assoluti sex symbol del momento, si somigliano anche nella vita in modo impressionante. 

Non aveva il lato b scoperto, ma con la camicia rossa firmata Haider Ackermann che lasciava scoperta la schiena, molti sul red carpet del Festival del Cinema di Venezia, hanno pensato che ci fosse Damiano dei Maneskin. 

damiano david timothee chalamet somiglianze impressionanti

Invece no, quello che, allo stesso modo del leader dei Maneskin, ha mandato in visibilio il lido è l’attore Timothée Chalamet protagonista del film “Bones and All” di Luca Guadagnino portato alla ribalta dal film “Chiamami con il tuo nome” con cui venne candidato all’Oscar.

La somiglianza con il nostro romano Damiano è davvero pazzesca, come lui ha osato con un look genderless molto rock, come lui ha un fisico esile, minuto ma definito e come Damiano, quella capacità di mandare in delirio le fan. Ma non solo, nel film presentato a Venezia, ha dato grande prova di danza, passione trasmessa dalla madre Nicole. Un modo per “prendersi la scena”, che è lo stesso usato da Damiano sul palco. 

Timothée Chalamet Damiano dei Maneskin, gemelli diversi, l’amore per la Roma

Ad aggiungere analogie tra i due giovani divi, come se non bastasse, è arrivata la dichiarazione d’amore verso la squadra della Roma.

Gemelli separati alla nascita Damiano dei Maneskin e Timothée Chalamet

Americano ma con cittadinanza francese, Chalamet ha tifato pochi giorni fa direttamente dagli spalti dell’Olimpico e si è scattato una foto con l’allenatore José Mourinho. E anche Damiano dei Maneskin non ha mai nascosto la sua passione per la squadra giallorossa. 

Anche al party organizzato da Cartier sulla terrazza dell’Hotel Gritti sul Canal Grande, Chalamet si è presentato con un look più “morbido”, ma sempre molto rock: pantaloni in felpa neri, sneakers e occhiali da sole neri, con montatura a farfalla, per sfuggire ai tanti tentativi di foto, autografi e avvicinamento dei pochi e selezionatissimi ospiti, insomma il “clone” franco americano del nostro Damiano, sembra davvero la sua versione hollywoodiana. Per buona pace delle fan che per entrambi vanno letteralmente fuori di testa.