13enne morto dopo la caduta, spunta la sconvolgente ipotesi: incidente o suicidio?

Ieri la comunità di Gragnano si è stretta attorno alla famiglia a lutto per la morte del 13enne caduto dal quarto piano dell’appartamento dove viveva. Oggi alcuni indizi farebbero pensare anche al suicidio. Quanto ci sarebbe di vero in proposito?

Ieri mattina la triste notizia del ragazzo morto a Gragnano, precipitando al suolo dal quarto piano mentre era intento a sistemare un cavo dell’antenna tv. L’accaduto ha lasciato tutti sgomenti

13enne morto a Gragnano, le indagini si aprono ad una nuova agghiacciante ipotesi
13enne morto a Gragnano, le indagini si aprono ad una nuova agghiacciante ipotesi

Nulla avevano potuto fare i soccorsi, che giunti sul posto ne constatavano il decesso sopravvenuto sul colpo. Le indagini subito aperte dalla Procura di Torre Annunziata, al momento stanno percorrendo tutte le direzioni. Sul caso i Carabinieri ieri hanno abbozzato la possibilità che il giovane si fosse sporto per aggiustate il cavo dell’antenna e abbia poi perso l’equilibrio finendo sul selciato 4 quattro piani più giù.

Morte del ragazzo 13enne: il caso si complica

Oggi sulle colonne del quotidiano Il Mattino, oltre all’ipotesi prima accennata, si farebbe riferimento anche ad uno sconvolgente scenario: istigazione al suicidio. In proposito il fatto che ci possa essere dietro la tragedia una storia di cyberbullismo, renderebbe i contorni della vicenda ancora più drammatici. Intanto gli inquirenti hanno aperto un fascicolo senza lasciare nulla al caso. Dopo aver messo sotto sequestro la salma del ragazzo, attulamente presso l’obitorio di Castellamare di Stabia, si è pure disposto il sequestro del suo cellulare.

Attraverso il telefonino della vittima si potrebbe forse risalire alla verità, o a parte di essa. E’ quanto sperano in tanti per rendere onore a “un bravo ragazzo e uno studente modello”, come veniva per l’appunto ritenuto il giovane sventurato.

Probabile autopsia sul cadavere

13enne morto a Gragnano, le indagini si aprono ad una nuova agghiacciante ipotesi
13enne morto a Gragnano, le indagini si aprono ad una nuova agghiacciante ipotesi

Nel frattempo l’autorità giudiziaria non esclude per le prossime ore la possibilità di eseguire un’autopsia sul cadavere del 13enne. Stando a quanto si apprende la vittima non aveva mostrato comportamenti anomali negli ultimi giorni, anche se occorre ancora fare chiarezza su tutto quel sottobosco legato alle amicizie e alle conoscenze online. Chissà dunque che sull’accaduto non c’entri qualche cyber-bullo ben nascosto dagli algoritmi della rete.