Tragedia a Napoli, 13enne muore precipitando dal 4 piano | La drammatica dinamica

La comunità di Gragnano in lutto. È precipitato dal quarto piano un giovane che ha trovato la morte. Ecco cosa è successo nel dettaglio.

La comunità si stringe attorno alla famiglia del 13enne che ha trovato improvvisamente la morte, precipitando dal quarto piano di una palazzina in via Lamma, al centro di Gragnano, in provincia di Napoli.

Gragnano in lutto, 13enne precipita dal balcone e muore
Gragnano in lutto, 13enne precipita dal balcone e muore – foto rete

Il ragazzo si era sporto dalla finestra per sistemare un’antenna. Questa una prima ricostruzione abbozzata dai Carabinieri della Stazione di Gragnano. I militari dell’Arma si sono immediatamente recati sul posto, dove si è presentata loro la straziante scena del giovane riverso a terra, privo di vita.

L’intervento dei soccorsi e l’accertamento del decesso

Sebbene i soccorsi siano stati tempestivi, nulla si è potuto fare per evitare la tragedia. Il ragazzo era infatti già morto, sul selciato, dove lo ha trovato il personale del 118 che non ha potuto far altro che costatarne il decesso. L’episodio si è consumato stamani intorno alle 11:20. Sulle dinamiche dell’incidente stanno adesso effettuando le indagini le autorità giudiziarie preposte, che nel frattempo hanno anche disposto il sequestro della salma.

Una tragedia che poteva essere evitata

Il tragico accaduto, a fronte di un banale motivo, poteva essere evitato, si dicono laconici e tristi alcuni abitanti del luogo. Secondo quanto accennato, il ragazzo si sarebbe infatti sporto troppo nell’intento di aggiustare il cavo dell’antenna, perdendo però l’equilibrio e schiantandosi al suolo dal quarto piano dell’appartamento dove viveva con i suoi.

Gragnano in lutto, 13enne precipita dal balcone e muore
Gragnano in lutto, 13enne precipita dal balcone e muore – foto rete

L’allarme è stato lanciato dai vicini che hanno visto il giovane precipitare. Al momento della sciagura i genitori si trovavano al lavoro, al contrario del giovane che, a scuole ancora chiuse, si gustava probabilmente gli ultimi giorni di vacanza in casa guardando la tv, in attesa del suono della campanella previsto per il prossimo 13 settembre.