DAZN, male la prima: indennizzi diretti dopo il ‘blackout’ | Il modulo per chiedere il rimborso

Dazn, ecco come ottenere i rimborsi per i disservizi dopo la prima giornata di campionato: in arrivo una procedura semplificata.

Dopo la falsa partenza di domenica 14 agosto 2022 per la trasmissione dei match della prima giornata di Serie A, per i clienti DAZN è tempo di risarcimenti.

dazn
DAZN, male la prima: indennizzi diretti dopo il ‘blackout’ | Il modulo per chiedere il rimborso

L’Autorità garante per le Comunicazioni (Agcom) ha presentato a ferragosto, in una lettera alla piattaforma, una richiesta formale per provvedere a forme di indennizzo “semplificate”, quasi automatiche, per tutti quegli abbonati che sono stati vittime del ‘blackout’.

La delibera 17/22 dell’Authority stabilisce che l’abbonato a DAZN ha diritto a riavere indietro i propri soldi nel caso in cui i tentativi falliti di accesso al portale o alla visione della singola partita siano superiori a cinque. Non solo, “l’utente dovrà accludere alla richiesta di indennizzi le condizioni contrattuali di fornitura del servizio di live streaming e di connettività incluso, ove disponibile, la banda minima garantita. Serve quindi un’attività dell’abbonato che voglia ottenere un rimborso. Ma, dopo i pesanti disservizi dell’ultimo fine settimana, l’Agcom ha chiesto a DAZN di snellire le procedure.

DAZN, sconto del 25% sull’abbonamento: come fare per richiedere il rimborso

“La causa principale del problema è stata identificata dal team di ingegneri. La situazione è stata risolta prima delle partite in programma nella serata del 15 agosto, che sono state seguite da milioni di fan in tutti i mercati senza interruzioni. I team tecnici di DAZN sono tuttora impegnati per garantire la stabilità della piattaforma e far sì che ciò non si ripeta“, hanno spiegato dalla piattaforma al Sole 24 Ore.

Dazn
DAZN, sconto del 25% sull’abbonamento: come fare per richiedere il rimborso

Da quando DAZN è sbarcato in Italia le regole pattuite assieme all’Autorità garante delle Comunicazioni stabiliscono un rimborso pari al 25% del valore della mensilità per qualsiasi tipo di problematica che che impedisce all’utente l’accesso alla piattaforma o la visione del contenuto streaming. Gli abbonamenti disponibili hanno un costo che varia dai 29,99 ai 39,99 euro al mese, di conseguenza il risarcimento sarà compreso tra i 7,49 e i 9,99 euro.

Toccherà all’abbonato attivarsi per ricevere l’indennizzo, che dovrà essere richiesto entro sette giorni dalla manifestazione del problema. Innanzitutto è necessario inviare la domanda via email o via Pec a richiestarimborsodazn@dazn.com. DAZN chiederà di compilare un modulo disponibile in formato Pdf nella sezione “Help” del sito internet della piattaforma. Si precisa che non saranno prese in considerazione richieste provenienti da un indirizzo diverso rispetto a quello indicato dall’utente al momento della sottoscrizione dell’abbonamento. Qui la guida sulla procedura per la richiesta di rimborso.