Bonus cicogna in vigore dal 1° Agosto | Cos’è e come fare per averlo

Bonus cicogna, dal 1° Agosto una mano tesa alle famiglie. Contributo a tutti coloro che hanno in programma di fare un figlio. I dettagli.

Bonus cicogna, intesa del Governo per combattere la decrescita demografica. La Legislatura, prima della fine, sta approvando una serie di provvedimenti necessari a colmare il disavanzo economico per i meno abbienti. Maggiore attenzione alle famiglie con figli. Ora è in procinto di erogazione il bonus che premia tutti coloro che hanno figli piccoli o sono un nucleo familiare in espansione: vale a dire che, se la compagna o la moglie è in dolce attesa, sono previsti incentivi di vario genere.

Bonus neonati pacco mamma
Arriva il nuovo bonus cicogna (Pixabay)

Nulla a che vedere con le proposte precedenti, rivolte principalmente ai pargoli in età scolare. Questo provvedimento vale innanzitutto ed esclusivamente per coloro che hanno figli appena nati o sono in procinto di metterne al mondo uno. Per l’appunto il bonus cicogna parte per quelli che hanno un reddito inferiore a 25.000 euro e hanno necessità di colmare i primi bisogni legati alla nascita.

Bonus cicogna al via, erogazioni dal 1° Agosto: i requisiti

bonus neonati future mamme
I requisiti per il nuovo bonus (Pixabay)

In vigore dal 1° Agosto prevede un incentivo di 500 euro che andrà a finire sul conto presentando l’ISEE e i documenti che attestano la gravidanza in atto o conclusa. Una situazione pensata e sviluppata per tutti coloro che sono lavoratori dipendenti, al vaglio l’evoluzione per le partite IVA.

Stavolta, però, è necessario il contributo del datore di lavoro. Mentre nel primo caso basta presentare regolare 730 con ISEE correlato. Un modo per incentivare le nascite, così che le famiglie siano spinte ad allargare il nucleo. Magari con un altro pargolo, un primo passo in attesa di maggiori sviluppi. Continuano, in correlazione, gli incentivi per i figli più grandi in età scolare con il bonus istruzione.