Twitter-Musk, la storia infinita | La “guerra fredda” con il colosso a una svolta: cosa rischia il miliardario

Sembra una partita a scacchi quella tra il magnate Elon Musk e Twitter, fatta di colpi di scena e mosse all’ultimo minuto. Proprio come quella “ad effetto” di oggi.

Cosa sta succedendo tra Elon Musk e Twitter? Dal “c’eravamo tanto amati” si è passati in pochi mesi, proprio come fossero una coppia in crisi, in tribunale.

Twitter-Musk, la storia infinita. L’ultima mossa del magnate

Per fare un rapido riassunto, Elon Musk aveva sottoscritto un accordo di acquisizione per Twitter il 25 aprile, ma l’8 luglio, tramite i suoi avvocati, ha comunicato che non avrebbe completato l’affare  perché a suo dire il socia non avrebbe rispettato i termini, negando l’accesso ai dati che, avrebbero permesso di determinare il numero esatto di account fasulli. I famosi “bot”.

L’azienda californiana aveva risposto denunciando il Ceo di Tesla per violazione dell’accordo da 44 miliardi di dollari. A questo punto è iniziato il tira e molla sulla data di inizio del processo. Il social media voleva cominciare entro settembre, mentre gli avvocati di Musk avevano chiesto di posticipare le udienze a febbraio 2023. Dopo aver scelto il mese di ottobre, la giudice Kathaleen McCormick del Delaware Court of Chancery ha stabilito la data esatta. I cinque giorni di udienze inizieranno il 17 ottobre e termineranno il 21 ottobre, come avevano chiesto gli avvocati di Musk.

Il contrattacco di Musk a Twitter. Cosa ha fatto il magnate di Tesla

A questo punto si aspettavano soltanto quei cinque giorni di dibattito in cui si sarebbe stabilito se Musk dovesse perfezionare l’acquisto del social, o se al contrario, poteva tranquillamente tirarsi fuori senza pagare neanche un dollaro.

Twitter-Musk, la storia infinita

Ma non è andata così, Elon Musk è passato al contrattacco e ha presentato una causa contro Twitter. Come spiega l’agenzia Reuters, il tycoon sudafricano avrebbe chiesto di non divulgare i dettagli della sua azione legale ma è probabile che una versione modificata e più dettagliata sia pubblicata nei prossimi giorni. 

Stando alle indiscrezioni, i legali di Musk avrebbero presentato la causa (segreta al momento, ndr) poche ore dopo che il tribunale del Delaware ha convocato il processo tra il magnate e Twitter per il 17 ottobre. Si tratta, come dicevamo, di un procedimento di cinque giorni che, nelle intenzioni del social media, dovrebbe costringere il milionario a concludere l’operazione dopo essersi tirato indietro dall’affare.