Caro bollette, il governo sblocca il nuovo Decreto | Quali agevolazioni per le famiglie

Approvato dal Governo il decreto bollette contro il caro energia. Tre sono le speciali manovre su cui il Consiglio dei ministri ha messo mano. Per partecipare alla riunione, Mario Draghi è rientrato un giorno prima dal summit Nato a Madrid.

Il pressante aumento del costo del carburante con il prezzo della benzina e del gasolio alle stelle, oltre alle bollette di luce e gas sempre più care, stanno diventando per gli italiani un vero e proprio salasso.

Caro bollette, il governo sblocca il Decreto Energia

Oggi l’Arera (l’autorità di regolazione per energia reti e ambiente, ndr) renderà note ufficialmente le nuove tariffe riservate al mercato tutelato. Per questo motivo il Governo ha deciso di accelerare con un nuovo decreto bollette. Il premier Mario Draghi vista l’importanza della questione, che tocca da vicino gli italiani, ha lasciato con un giorno di anticipo il vertice Nato di Madrid per raggiungere Roma e presiedere il Cdm. Quello attuato potrebbe essere definito una sorta di aiuto in soccorso di famiglie e imprese, in un momento particolarmente difficile, dovuto agli strascichi del Covid e soprattutto al conflitto Ucraino. 

Tre sono le principali vie che il governo ha deciso di seguire per abbattere il costo dell’energia e dei carburanti. Taglio degli oneri di sistema in bolletta fino a fine settembre, proroga del bonus sociale per l’energia elettrica e il gas, accelerata sullo stoccaggio di gas naturale. Il Cdm  ha deciso, anche per il terzo trimestre dell’anno (quindi luglio, agosto e settembre), di “annullare le aliquote relative agli oneri generali di sistema elettrico applicate alle utenze domestiche e alle utenze non domestiche in bassa tensione, per altri usi, con potenza disponibile fino a 16,5 kW“. Viene quindi confermato l’azzeramento degli oneri di sistema nel settore elettrico. Inoltre, sempre per il terzo trimestre del 2022, sarà prorogata la riduzione dell’Iva al 5% e degli oneri generali nel settore del gas.

Caro bollette, il governo sblocca il Decreto Energia. I bonus sociali

Previsto anche un contributo per le famiglie più in difficoltà dall’aumento delle bollette. Si tratterà di una manovra retroattiva. Ovvero chi presenta  tutta la documentazione relativa all’Isee durante l’anno, ha comunque diritto agli sconti in bolletta anche per i mesi precedenti (dal 1° gennaio). 

Caro bollette, il governo sblocca il Decreto Energia. Le misure attuate

Nella bozza del testo approvata dal governo si legge: “Fermo il valore soglia dell’Isee previsto, per il primo trimestre 2022, in caso di ottenimento di una attestazione Isee resa nel corso dell’anno 2022 che permetta l’applicazione dei bonus sociali elettricità e gas, i bonus annuali riconosciuti agli aventi diritto decorrono dalla data del 1° gennaio 2022 o, se successiva, dalla data di cessazione del bonus relativo all’anno precedente“. Quindi non proprio un contributo ma una sorta di sconto dal valore retroattivo.

Non sono invece presenti, come invece si era ipotizzato, il taglio degli oneri calcolato progressivamente in base all’Isee. Infine, sono confermate le disposizioni per accelerare lo stoccaggio di gas naturale. In totale per la manovra sono stati messi a disposizione 3.04 miliardi di euro