Brumotti, che figuraccia: caos nella redazione di Striscia la Notizia | Cos è successo

Brumotti colpisce ancora, il celebre inviato di Striscia La Notizia al centro di un caso mediatico: cos’è successo in redazione.

Vittorio Brumotti è abituato a prendere vie traverse, con la bicicletta è normale lasciarsi andare a qualche acrobazia, ma talvolta i rischi sono troppo alti. Non basta essere in sella per dirsi al sicuro. Il celebre inviato di Striscia, noto per i suoi servizi al limite che dovrebbero far emergere il marcio nella società, è finito al centro di una vicenda complicata e contorta – nel vero senso della parola – che ha alla base un fraintendimento: qualche giorno fa, durante uno dei suoi servizi, afferma di aver braccato uno spacciatore.

Brumotti Striscia La Notizia
Vittorio Brumotti al centro di un fraintendimento (ANSA)

Scatta il consueto confronto, con tanto di inseguimento, per poi scoprire che non si trattava di un pusher bensì di un poliziotto sotto copertura. Tutto saltato, dunque, con tanto di scuse da parte di Striscia La Notizia alle autorità competenti. Voltare pagina non è semplice per Brumotti che, già in passato, era stato al centro di controversie. I suoi servizi destano sempre scalpore proprio per le modalità non convenzionali d’approccio.

Brumotti, figuraccia in diretta: cos’è successo a Striscia La Notizia

La redazione di Colgono Monzese, tuttavia, crede nel campione di BMX. Al punto da affidargli nuovamente la conduzione della fascia estiva del programma: Antonio Ricci, infatti, ripropone “Paperissima Sprint”. Al timone Brumotti, con le veline e il Gabibbo, smentiti anche presunti attriti tra i conduttori.

Striscia La Notizia Brumotti
L’inviato protagonista di uno scambio di persona (ANSA)

Tutto tranquillo, tranne lo Share: Brumotti, complice la débâcle con il finto spacciatore, parte malissimo. Gli ascolti non lo premiano: la trasmissione viene sistematicamente battuta dalle repliche de “I soliti ignoti” con Amadeus. Una bella gatta da pelare per Antonio Ricci che dovrà decidere il da farsi. Il pubblico la sua scelta sembra averla già fatta.