Principe Carlo, altro che razzismo: scontro al vertice con Johnson | L’accesa diatriba sui migranti divide il Regno Unito

Il piano del governo per combattere l’immigrazione clandestina nel Regno Unito non trova la sua approvazione nel principe Carlo che attacca il premier Johnson. “Decisione sconcertante” e la diatriba sui migranti divide l’Inghilterra in due

Sarebbe previsto per domani, martedì 14 giugno, il primo volo diretto in Africa Centrale con partenza dall’Inghilterra. Il piano del governo britannico non trova però la sua approvazione nella casa reale inglese che si oppone (ufficiosamente) con le parole del principe Carlo:

principe carlo
Principe Carlo altro che razzismo, contro la decisione del premier Johnson (Ansa)

“Il piano di deportare i migranti in Ruanda è sconcertante”. A diffondere quanto espresso dall’erede al trono d’Inghilterra i quotidiani Times e Daily Mail attraverso una fonte molto vicina al principe Carlo.

Si riaccende, così, la diatriba sui migranti che divide il Regno Unito ed è scontro ai vertici del potere.

Principe Carlo contro premier Johnson, la casa reale attacca la decisione del governo | “Deportare migranti in Ruanda è sconcertante”

La pratica di rispedire in Ruanda chi giunge nel Regno Unito illegalmente, era stata introdotta lo scorso Aprile con l’obiettivo del governo di tentare di ridurre il numero di persone pronte ad attraversare la Manica partendo dal Nord della Francia.

principe carlo johnson
Principe Carlo contro la decisione governativa di Boris Johnson (Ansa)

Il piano aveva sollevato polemiche da parte di tutte le associazioni umanitarie ma la sentenza dei giudici a favore del governo ha aumentato ancor di più le critiche. Il primo volo in partenza dal Regno Unito verso il Ruanda sarebbe già pronto per martedì prossimo ma l’Agenzia per i Rifugiati delle Nazioni Unite ha chiesto di bloccare il volo. E a schierarsi a favore dei migranti anche il Principe Carlo che si oppone alla decisione del piano governativo.

Una fonte vicino all’erede al trono ha dichiarato la contrarietà del principe verso l’intero approccio governativo nei confronti dell’immigrazione clandestina. La presa di posizione di Carlo non è stata ufficialmente diffusa anche se in realtà è questione di tempo.

Intanto un portavoce di Clarence House ha fatto sapere, come riporta il Giornale: “Non abbiamo nessun commento da fare su conversazioni che sarebbero avvenute privatamente tra soggetti anonimi e il Principe se non per ripetere che sulla questione egli rimane politicamente neutrale. Argomenti di questa portata sono di competenza del governo”.

Tuttavia a Palazzo nessuno smentisce la contrarietà del principe del Galles al programma governativo. Questo la dice lunga sul reale pensiero della Corona a riguardo. La posizione contraria dei reali inglesi, almeno teoricamente, potrebbe infastidire il premier Boris Johnson, già in difficoltà su altri fronti in questi ultimi mesi.