Piqué, altri guai dopo la separazione da Shakira | La decisione del Barcellona spiazza il difensore

Continua il momento no di Gerard Piqué. Il difensore del Barcellona, dopo essere stato scaricato dalla moglie Shakira a causa di un tradimento, adesso deve affrontare un altro problema.

Questa volta l’ex campione del mondo dovrà affrontare un problema diverso, che riguarda la sua carriera calcistica.

Altre brutte notizie per Gerard Piqué dopo essere stato scaricato dalla moglie Shakira

Prima la separazione da Shakira dopo 12 anni di matrimonio e con la quale ha due figli in comune. Adesso Gerard Piqué torna sulle prima pagine dei giornali, ma non per motivi di gossip che lo aveva messo al centro dei tabloid nei scorsi giorni. La rottura con la cantante colombiana sarebbe nata, infatti, a causa dell’infedeltà del calciatore.

Il difensore avrebbe tradito la moglie con una giovane hostess. L’arrivo di questa nuova donna – come aveva riportato El Periodico – aveva già da alcune settimane causato l’allontanamento del giocatore blaugrana dalla casa di famiglia.

Piqué, dopo Shakira lo scarica anche Xavi. Il difensore non rientra nei piani del nuovo Barca

Adesso il calciatore è al centro di un nuovo caso, questa volta calcistico. Il difensore, infatti, sarebbe stato silurato dal suo allenatore, l’ex compagno Xavi.

A Barcellona, adesso, i tifosi stanno col fiato sospeso perché, nella rivoluzione annunciata dall’allenatore Xavi, rientra anche la bandiera Gerald Piqué, cresciuto nell’inesauribile vivaio dei catalani, con i quali ha vinto tutto. Al centrale difensivo, il tecnico dei blaugrana ha comunicato che non rientra più nei piani e che, pertanto, la prossima stagione non partirà titolare. Piqué, durante in incontro a quattr’occhi, avrebbe risposto all’allenatore: “Farò vedere che ti sbagli“, secondo quanto riferisce il quotidiano Mundo Deportivo.

A Xavi piace molto il centrale del Siviglia, Jules Koundé, francese, classe 1998, che però ieri sera si è infortunato nel match della Nations League perso dai “Bleus” contro la Croazia in casa. Il giocatore può addirittura finire sotto i ferri e, a quel punto, il suo acquisto diventerebbe assai problematico, oltre che rischioso sul piano dell’affidabilità.

Piqué ha esordito da professionista nella stagione 2004-05 con il Manchester United, con il quale ha vinto quattro titoli, di cui la prima delle quattro consacrazioni in Champions League. Le restanti tre con il Barcellona, ​​club in cui è tornato nel 2008-09 e ha celebrato 30 successi, di cui sei campionati spagnoli e tre Mondiali per club. Un record invidiabile che, però, non basta a garantirgli un posto nell’undici titolare del Barcellona che ha in mente Xavi.