Caro bollette, Massimiliano Dona (Unione Consumatori) a Free.it | “Dati drammatici, le famiglie non arrivano a fine mese. Se non si interviene…”

Il caldo è forte, da nord a sud e in molte regioni i condizionatori sono già accesi al massimo. Questo sta già facendo salire i costi delle bollette che arriveranno alle stelle. Sarà una amara sorpresa per gli utenti italiani, che già fanno fatica adesso ad arrivare a fine mese. Tra rincari delle materie prime nei supermercati, benzina e diesel, le famiglie sulla soglia della povertà sono oltre due milioni. I dati sono dell’Eurispes. Ed è una emergenza nazionale. Lo ha detto a Free.it Massimiliano Dona, presidente dell’Unione Nazionale Consumatori.

A far lievitare i prezzi dell’energia c’è sicuramente la crisi Ucraina, ma adesso, con il caldo, ci si mettono i condizionatori a far crescere le bollette. Era una situazione prevista, eppure gli effetti economici della situazione sono molto più pesanti di quanto ci si potesse immaginare. Ecco qual è la situazione. Lo ha spiegato Massimiliano Dona, presidente dell’Unione Nazionale Consumatori.

Caro bollette, Massimiliano Dona (Unione Consumatori)
Caro bollette, Massimiliano Dona (Unione Consumatori) a Free.it | “Dati drammatici, le famiglie non arrivano a fine mese. Se non si interviene…”

Cosa ci può dire della situazione economica delle famiglie in questo periodo?

“Oggi il 45,3% delle famiglie usa i risparmi per arrivare a fine mese. E il 34,4% riesce a malapena a pagare le bollette. Questi sono dati drammatici che purtroppo conosciamo bene. Abbiamo già visto situazioni simili, per esempio durante la crisi tra il 2007 e il 2008. Quando c’erano famiglie che non riuscivano nemmeno ad arrivare alla fine mese. Costrette a indebitarsi per far fronte alle spese necessarie e rinunciando a tutto il superfluo”.

Che cosa si può fare?

“Se il governo non si interviene subito si arriverà a una recessione come in passato. Il bonus di 200 euro deciso dal governo per affrontare il caro vita va nella giusta direzione. Ma è solo una goccia nel mare. Un aiutino che non basta nemmeno a far fronte ai rincari della spesa alimentare. Una coppia con 2 figli spende 479 euro solo per questa voce. 431 per una coppia con un figlio. In media 357 euro in più. Figurarsi per chi non ce la fa a pagare le bollette. O la rata del mutuo”.

Negli ultimi giorni anche la benzina è aumentata di prezzo…

“E poi c’è il caro benzina, certo. Oggi la sfonda quota 2 euro e il gasolio la soglia di 1,9 euro. Sia per la benzina che per il gasolio si tratta del quarto maggior rincaro settimanale di sempre, ossia dall’inizio delle serie storiche.

Caro bollette, Massimiliano Dona (Unione Consumatori) a Free.it | “Rispetto all’inizio dell’anno la benzina è…”

In soli 7 giorni, infatti, la benzina aumenta di oltre 7 centesimi al litro, pari a 3 euro e 69 cent per un pieno di 50 litri, il gasolio ha un balzo di oltre 8 cent al litro, 4 euro e 19 cent a rifornimento”.

Caro bollette, Massimiliano Dona (Unione Consumatori)
Caro bollette, Massimiliano Dona (Unione Consumatori) a Free.it “Dati drammatici, le famiglie non arrivano a fine mese. Se non si interviene…

Tutto ciò nonostante sia in vigore il provvedimento del governo sul taglio delle accise?

“Da quando è iniziata la guerra, nonostante il taglio di 30,5 cent del Governo, un litro di benzina costa oltre 16 cent in più, con un rialzo dell’8,9%, pari a 8 euro e 22 cent per un pieno da 50 litri, mentre il gasolio è maggiore di oltre 21 cent al litro, con un volo del 12,4%, pari a 10 euro e 65 cent a rifornimento.

Rispetto all’inizio dell’anno, la benzina è salita del 17,1%, pari a 14 euro e 73 cent per un pieno di 50 litri, 354 euro su base annua, il gasolio è aumentato del 22,1%, 17 euro e 50 cent a rifornimento, equivalenti a 420 euro annui”.