Guerra Russia Ucraina, le notizie di giovedì 9 giugno 2022

Guerra Russia Ucraina. Le notizie di giovedì 9 giugno 2022. Gli aggiornamenti sul conflitto.

106esimo giorno di guerra, prosegue l’offensiva russa nella parte orientale del Paese con Severodonetsk ormai quasi totalmente sotto il controllo della Forze Armate di Mosca. Le truppe ucraine stanno valutando il ritiro, ma sono ancora alla periferia della città. “La battaglia è feroce, molto feroce. Qui si decide il destino del Donbass, ha detto il Presidente ucraino Zelensky.

Guerra Russia Ucraina, notizie di giovedì 9 giugno 2022

Nessun accordo concreto sul grano, fallisce la mediazione turca: per Mosca le navi potranno partire quando verranno tolte le sanzioni. Il ricatto alimentare del Cremlino rimane uno dei grandi problemi del conflitto. Intanto gli Stati Uniti ribadiscono il sostegno militare a Kiev: Washington continuerà a fornire le armi necessarie per vincere la guerra contro la Russia. E Zelensky annuncia che il prossimo autunno il gas e il carbone ucraino non saranno venduti all’estero.

23.40 – In seno all’Unione europea “ci sono molte proposte diverse, ma in realtà ci sono tre Paesi principali che non vogliono dare il via libera all’Ucraina oggi. E due Paesi stanno cercando attivamente di promuovere idee alternative“. Lo ha detto la vicepremier ucraina per l’integrazione europea, Olga Stefanishina, a Bruxelles per tentare di dissipare lo scetticismo sulla candidatura di Kiev all’adesione all’Ue, secondo quanto riferisce Radio Svoboda. La vicepremier non ha voluto rispondere alla domanda su quali siano questi Paesi perché “potrebbe danneggiare il percorso“, ma si è detta “sicura” che al Consiglio europeo del 24 giugno “nessuno dei leader dell’Unione europea potrà dire di no all’Ucraina“.

23.15 – Il presidente francese Emmanuel Macron ha assicurato nella telefonata con il leader ucraino Volodymyr Zelensky che “la Francia resterà impegnata per rispondere alle necessità dell’Ucraina, anche con armi pesanti“. Lo riferisce l’Eliseo nel resoconto della conversazione telefonica tra i due. I due capi di Stato “hanno convenuto di restare in contatto, soprattutto in vista del parere che la Commissione europea darà sulla candidatura dell’Ucraina all’Ue, e la discussione che ne seguirà al Consiglio europeo del 23 e 24 giugno“. Il colloquio è avvenuto dopo le critiche di Kiev a Macron per aver rilanciato nei giorni scorsi l’appello a “non umiliare la Russia“.

23.05 – Il presidente ucraino Volodymyr Zelensky ha firmato un decreto che attua le decisioni prese oggi dal Consiglio per la sicurezza e la difesa nazionale dell’Ucraina sulle sanzioni nei confronti di 35 alti funzionari russi, tra cui il presidente russo Vladimir Putin. Lo scrive Ukrinform, precisando che tra i sanzionati c’è anche il portavoce del Cremlino Dmitry Peskov, il primo ministro russo Mikhail Mishustin, il ministro della Difesa Sergei Shoigu, il segretario del Consiglio di sicurezza russo Nikolai Patrushev ed il ministro degli Esteri Sergey Lavrov. Le sanzioni sono introdotte a tempo indeterminato.

22.40 – La “condanna farsa” dei due britannici e di un marocchino che stavano combattendo con l’esercito ucraino è “una violazione e una presa in giro” del diritto internazionale umanitario e dei diritti umani. Lo ha affermato la procuratrice generale dell’Ucraina Irina Venediktova alla Bbc.La Russia ancora una volta prende le distanze dal sistema basato sulle regole e mostra un palese disprezzo per lo stato di diritto“, ha aggiunto Venediktova, precisando che l’Ucraina ha avviato un’indagine e prenderà provvedimenti per garantire che le persone coinvolte in “questa azione illegale” siano ritenute responsabili davanti alla giustizia.

22.10 – “Ho avuto un’altra conversazione telefonica con il presidente francese Emmanuel Macron. L’ho informato della situazione al fronte. Discusso dell’ulteriore sostegno alla difesa ucraina e del lavoro sulle garanzie di sicurezza. Particolare attenzione è stata prestata al percorso dell’Ucraina verso l’Ue, stiamo coordinando i passaggi“. Lo scrive su Twitter il presidente ucraino Volodymyr Zelensky.

21.05 – Il governo serbo ha annunciato oggi lo stanziamento di complessivi tre milioni di euro a sostegno dei bambini e dei rifugiati ucraini. Come ha reso noto l’esecutivo in un comunicato, 1,5 milioni andranno ai bambini in Ucraina attraverso l’Unicef, mentre lo stesso ammontare sarà devoluto all’assistenza dei rifugiati, per il tramite di Unhcr.

20.22L’Ucraina sta perdendo in battaglia tra 100 e 200 soldati al giorno. Lo ha detto in un’intervista alla Bbc Mykhailo Podolyak, consigliere del presidente Volodymyr Zelensky, secondo cui l’esercito di Kiev per combattere con i russi ha bisogno di centinaia, non di una manciata, dei più potenti sistemi d’artiglieria che l’Occidente può fornirle.

20.09 – La Commissione europea la settimana prossima potrebbe dare all’Ucraina il via libera allo status di candidato all’ingresso in Ue. E’ quanto riporta Bloomberg, che cita fonti vicine al dossier secondo le quali al tavolo del collegio dei commissari della settimana prossima approderà la raccomandazione che conterrà il placet dell’esecutivo europeo. Il via libera sarà legato ad alcune condizionalità sullo stato di diritto e sulla legislazione anti-corruzione in Ucraina. Se la Commissione varerà la raccomandazione, il suo parere positivo sulla candidatura ucraina approderà al summit europeo di fine giugno.

19.50 – Potrebbero essere “fino a 20.000” i militari russi caduti in Ucraina nei circa tre mesi e mezzo trascorsi dall’inizio dell’invasione. Lo affermano fonti occidentali governative citate oggi a Londra dai media britannici, ridimensionando sia l’indicazione di 31.700 morti evocata ieri dal presidente ucraino Volodymyr Zelensky, sia, apparentemente, la tendenza indicata alcune settimane fa dalla stessa intelligence britannica, che già a metà aprile accreditava un dato di almeno 15.000 soldati e ufficiali uccisi tra le forze di Mosca.

Le fonti citate oggi riconoscono adesso anche le “perdite molto pesanti” subite in questa fase dalle forze di Kiev. Insistendo a tratteggiare un’offensiva russa “travagliata” seriamente da problemi a vari livelli, ma non senza ammettere come Mosca, pur iniziando a essere “a corto di alcune armi di precisione“, disponga ancora di un vasto arsenale di “bombe a caduta libera” (dumb bombs).

19.05 – Nel mese di aprile il Cremlino ha ricevuto quasi 42mila richieste di informazioni su soldati che risultano dispersi o catturati in Ucraina da parte di loro amici o familiari. Lo riporta il portale investigativo russo IStories, citato dal Moscow Times, precisando che non ci sono riscontri su quante di queste segnalazioni siano state esaminate o abbiano ricevuto risposta. L’ultimo bilancio ufficiale di Mosca risale al 25 marzo ed era di 1.351 soldati caduti.

18.44 – L’economia russa “resterà aperta” così da non “ripetere l’errore” commesso dall’Unione Sovietica. Lo ha dichiarato il presidente russo, Vladimir Putin, nel corso di un incontro con un gruppo di giovani imprenditori trasmesso dai media di Stato. Putin ha escluso una nuova cortina di ferro per il suo Paese nonostante le sanzioni imposte dall’Occidente. Alla domanda su possibili accordi con partner commerciali come Cina e India durante la “chiusura” dell’economia russa, Putin ha replicato che di economia chiusa si poteva parlare “in epoca sovietica quando ci siamo tagliati fuori, abbiamo creato la cosiddetta cortina di ferro, l’abbiamo creata con le nostre mani. Non faremo più lo stesso errore: la nostra economia sarà aperta“.

18.15 – I “mercenari” britannici e marocchino condannati a morte dalla sedicente Repubblica Popolare del Donetsk hanno il diritto di chiedere la grazia. Lo ha affermato il tribunale dei separatisti filorussi, secondo quanto riporta la Tass.

18.00 – Inferiorità dell’arsenale a disposizione, errori strategici, iniziative avventate. Invocato per settimane dal popolo ucraino, un blitz per liberare i difensori dell’Azovstal venne effettivamente organizzato, ma fallì per una catena di imprevisti e circostanze avverse, e perché, forse, era davvero una missione impossibile. Il tentativo di irruzione nell’acciaieria di Mariupol assediata e bombardata dai russi per salvare dalla morte o dalla prigionia i 2.500 combattenti bloccati all’interno era stato preparato dai servizi militari ucraini, il Gur. Un piano raccontato ora da fonti degli 007 all’Ukrainska Pravda.

17.40 – Il governo di Boris Johnson è “profondamente preoccupato” per la condanna a morte inflitta da una corte dell’autoproclamata repubblica filorussa del Donetsk ai due “mercenari” britannici e a un commilitone marocchino. “Abbiamo ripetutamente detto che sono prigionieri di guerra, che non vanno strumentalizzati a scopi politici e che hanno diritto all’immunità in base alla Convenzione di Ginevra“, ha commentato un portavoce di Downing Street. Non senza aggiungere che Londra continua a “lavorare con le autorità ucraine per garantire un trattamento da prigionieri di guerra a ogni cittadino britannico” arruolato fra le forze di Kiev.

17.15 –La Russia nono può essere circondata da una recinzione“: lo ha affermato il presidente Vladimir Putin, secondo quanto riporta l’agenzia Tass.

17.00 – La Russia “non cadrà nella stessa trappola dell’Urss, la sua economia resterà aperta“. Lo ha detto Vladimir Putin parlando ai giovani imprenditori russi. Aggiungendo che la sfida che oggi ha di fronte il Paese è “tornare e rafforzarsi“.

16.40 – La corte suprema della sedicente Repubblica Popolare del Donetsk ha condannato a morte i “mercenari” britannici Aiden Aslin, 28 anni, del Nottinghamshire, Shaun Pinner, 48 anni, del Bedfordshire, e Saaudun Brahim, cittadino marocchino, che combattevano per l’esercito ucraino. Lo fanno sapere le agenzie russe.

16.25 – Colloquio tra il Ministro degli Esteri ucraino Dmytro Kuleba e il suo omologo ceco Jan Lipvasky. Lo rende noto lo stesso Kuleba in un tweet, riferendo di un confronto incentrato sulle modalità per rafforzare la cooperazione bilaterale tra i due Paesi. Ci siamo anche concentrati sul settimo pacchetto di sanzioni dell’Ue – prosegue Kuleba – sono grato alla Repubblica Ceca per aver definito l’integrazione dell’Ucraina nell’Ue come una delle priorità per la prossima presidenza ceca del Consiglio dell’Ue”, conclude.

16.14 – La Corte suprema dell’autoproclamata Repubblica popolare di Donetsk ha condannato a morte i cittadini britannici Sean Pinner e Aiden Aslin, e il cittadino marocchino Saadoun Brahim. L’accusa nei loro confronti è di aver partecipato al conflitto come “mercenari” tra le fila delle Forze Armate ucraine. Secondo le leggi della repubblica i condannati saranno fucilati. Lo riporta la TASS.

Guerra Russia Ucraina, Putin: “Un Paese non in grado di prendere decisioni sovrane è una colonia”

Diretta guerra Russia Ucraina
Guerra Russia Ucraina, Putin: “Un Paese non in grado di prendere decisioni sovrane è una colonia”

16.01Se un Paese non è in grado di prendere decisioni sovrane è una colonia, non c’è possibilità di sopravvivere a una guerra geopolitica così dura. Lo ha dichiarato il Presidente russo Vladimir Putin, citato da Ria Novosti, in un incontro con giovani imprenditori e sviluppatori nel campo della tecnologia, dell’innovazione e dell’agricoltura dell’economia russa. Il mondo sta cambiando e sta cambiando rapidamente – spiega Putin – e per rivendicare la leadership, non sto parlando di leadership globale, qualsiasi paese, qualsiasi popolo, qualsiasi gruppo etnico deve garantire la sua sovranità, perché non ci sono stati intermedi. O il paese è sovrano o è una colonia. Non farò ora esempi, per non offendere nessuno, ma se un Paese o un gruppo di Paesi non è in grado per prendere decisioni sovrane, non ha prospettive storiche. Non c’è possibilità di sopravvivere in una lotta geopolitica così dura”, conclude.

15.53“La Russia controllerà presto le Regioni di Donetsk e Luhansk”. Lo ha detto alla BBC l’Ambasciatore russo all’Onu Vassily Nebenzia.

Guerra Russia Ucraina, Kiev: “Nuovi raid missilistici su Kharkiv, 3 le vittime”

Diretta guerra Russia Ucraina
Guerra Russia Ucraina, Kiev: “Nuovi raid missilistici su Kharkiv, 3 le vittime”

15.47Sono 130.672 le persone arrivate finora in Italia dall’Ucraina: si tratta di 68.629 donne, 19.884 uomini e 42.159 minori. Le destinazioni principali sono Milano, Roma, Napoli e Bologna. Lo rende noto il Viminale su Twitter.

15.39 – Almeno tre persone sono rimaste uccise e altre cinque ferite a seguito dei bombardamenti russi della scorsa notte sulla Regione nordorientale di Kharkiv. Lo rende noto l’ufficio del Procuratore generale regionale, citato da Ukrinform.

Guerra Russia Ucraina, von der Leyen: “Un nuovo Piano Marshall per Kiev”

Diretta guerra Russia Ucraina
Guerra Russia Ucraina, von der Leyen: “Un nuovo Piano Marshall per Kiev”

15.30 – La Presidente della Commissione europea Ursula von der Leyen ritiene che l’Unione europea debba attuare un piano per la ricostruzione dell’Ucraina simile al Piano Marshall, attuato in Europa dopo la seconda guerra mondiale. “Inizieremo a ricostruire l’Ucraina. Questo non è solo nell’interesse dell’Europa, è anche nostro dovere morale dare un contributo significativo alla restaurazione. Tutte le istituzioni finanziarie dovrebbero contribuire a questo. Ne ho parlato con Zelensky. Ci saranno iniziative di finanziamento, un Piano Marshall per l’Ucraina”, conclude. Lo riporta Ria Novosti.

15.22I corpi di 58 combattenti dell’Azovstal sono stati consegnati a Kiev. Lo rende noto il Center for Strategic Communications and Information Security ucraino, citato da Ukrinform. “I corpi di altri 58 difensori dell’Azovstal sono stati portati a Kiev; quattro di loro hanno probabilmente prestato servizio con il reggimento Azov che sarà coinvolto nel processo di identificazione”, ha comunicato il servizio stampa del Battaglone Azov.

Guerra Russia Ucraina, Kuleba: “Meritiamo lo status di Paese candidato all’Ue”

Diretta guerra Russia Ucraina
Guerra Russia Ucraina, Kuleba: “Meritiamo lo status di Paese candidato all’Ue”

15.11“L’operazione speciale” in Ucraina si concluderà quando gli “obiettivi saranno raggiunti”. Lo ha dichiarato il portavoce del Cremlino Dmitry Peskov, citato dalla TASS. “Il Presidente Putin ha esposto gli obiettivi per questa operazione militare speciale. Il raggiungimento di questi obiettivi significherà la fine dell’operazione militare speciale”, ha spiegato Peskov.

15.05“L’Ucraina merita che le sia garantito lo status di Paese candidato all’Ue questo giugno sulla base di una valutazione individuale e basata sul merito”. Lo ha scritto su Twitter il Ministro degli Esteri ucraino Dmytro Kuleba riferendo di un colloquio avuto con la l’omologa svedese Ann Linde. “Ho ringraziato la Svezia per il supporto all’Ucraina, incluso l’aiuto per la difesa, di fondamentale importanza, e le sanzioni Ue alla Russia, ha aggiunto.

Guerra Russia Ucraina, Zelensky: “Escludere Mosca dalla Fao”

Diretta guerra Russia Ucraina
Guerra Russia Ucraina, Zelensky: “Escludere Mosca dalla Fao”

13.35 – La responsabilità della crisi alimentare che si sta rischiando per il blocco delle partite di cereali ucraine è tutta della Russia. Lo ha dichiarato il Presidente ucraino Volodymyr Zelensky intervenuto da remoto all’inaugurazione della riunione ministeriale Ocse in corso oggi e domani a Parigi. Zelensky ha chiesto l’esclusione della Russia dalla Fao: “Cosa può fare Mosca se sta lavorando per far morire di fame almeno 400 milioni di persone?”, domanda il Presidente ucraino.

13.24“Sappiamo che la Russia sta cercando di esportare verso altri Paesi il grano rubato in Ucraina. E’ noto che in passato ha cercato di venderlo all’Egitto, che lo ha rifiutato”. Lo ha dichiarato il portavoce dell’Unione europea per la politica estera Peter Stano precisando che “l’Ue sta chiedendo ai tutti i partner di non comprare nulla che sia stato saccheggiato dai russi in Ucraina”.

Guerra Russia Ucraina, Peskov: “Nonostante i tentativi dei Paesi ostili isolare Mosca è impossibile”

Diretta guerra Russia Ucraina
Guerra Russia Ucraina, Peskov: “Nonostante i tentativi dei Paesi ostili isolare Mosca è impossibile”

13.15Mosca ha segnalato alla parte americana la persecuzione dei media russi negli Stati Uniti e intende rispondere in modo proporzionato se questo atteggiamento da parte di Washington dovesse continuare. Lo ha affermato la rappresentante ufficiale del Ministero degli Esteri russo Maria Zakharova, citata dalla TASS. “Se il Dipartimento di Stato, Washington e la Casa Bianca non cambieranno modo di operare, continuando a perseguitare e distruggere i media e i giornalisti russi, agiremo in modo proporzionato”, ha spiegato Zakharova.

13.05 – L’isolamento della Russia, anche nella sfera tecnologica, è impossibile, nonostante i tentativi dei Paesi ostili. Lo ha dichiarato l’addetto stampa del Presidente della Federazione Russa Dmitry Peskov, citato dalla TASS. “L’isolamento della Russia è impossibile, nonostante i paesi che ci sono ostili stiano cercando di isolarci economicamente, politicamente e commercialmente – ha aggiunto Peskov – non possono e non ci riusciranno, perché nel mondo moderno è impossibile isolare un Paese, specialmente uno così grande come la Russia, ha concluso.

Guerra Russia Ucraina, Peskov: “Paesi che non pagano gas in rubli già disconnessi da forniture, non previsti nuovi tagli”

Diretta guerra Russia Ucraina
Guerra Russia Ucraina, Peskov: “Paesi che non pagano gas in rubli già disconnessi da forniture, non previsti nuovi tagli”

12.50I Paesi che hanno rifiutato di pagare il gas in base alle nuove regole sono già stati disconnessi dalle forniture e non sono previsti nuovi tagli. Lo ha annunciato questa mattina il portavoce del Cremlino Dmitry Peskov, citato dalla TASS.

12.33 “I nostri partner occidentali devono rendersi conto che la connivenza con l’atteggiamento militarista di Kiev non porterà nulla di buono. Lo ha detto il Ministro degli Esteri russo Sergei Lavrov, citato dalla TASS, durante una conferenza stampa a margine dell’incontro con l’omologo armeno Ararat Mirzoyan.

Guerra Russia Ucraina, Zelensky: “Conflitto è come Covid-22, armi e sanzioni il vaccino”

Diretta guerra Russia Ucraina
Guerra Russia Ucraina, Zelensky: “Conflitto è come Covid-22, armi e sanzioni il vaccino”

12.25 – Secondo Volodymyr Zelensky l’invasione russa dell’Ucraina è paragonabile a un nuovo coronavirus, una sorta di “Covid-22” e il vaccino sono le armi e le sanzioni. “L’odio è un virus ancora più letale del Covid-19”, ha detto il presidente ucraino, citato da Ukrinform. “Quando l’odio bussa alla vostra porta, siete pronti? – prosegue – basterà una mascherina a proteggervi dal Covid-22 russo? E perché il vaccino, ovvero armi e sanzioni, è così difficile da ottenere in quantità sufficienti? Perché alcuni Paesi fanno come se il Covid-22 non esistesse, proprio come facevano i complottisti con il Covid-19? Perché ci sono persone che non imparano nemmeno dal sangue e la morte?”, domanda Zelensky.

Guerra Russia Ucraina, Lavrov: “Non c’è alternativa allo sminamento dei porti”

Diretta guerra Russia Ucraina
Guerra Russia Ucraina, Lavrov: “Non c’è alternativa allo sminamento dei porti”

12.12Mosca conta sul fatto che Kiev realizzi che non c’è alternativa allo sminamento dei porti per rimuovere le navi. Lo ha affermato questa mattina il Mministro degli Esteri russo Sergei Lavrov in una conferenza stampa congiunta con il suo omologo armeno Ararat Mirzoyan. “I militari russi dichiarano da più di un mese che possono utilizzare liberamente ogni giorno corridoi di sicurezza, senza pericolo per la propria incolumità – spiega Lavrov – le navi con merci aspettano di essere liberate dai porti del Mar Nero, a condizione, ovviamente, che gli ucraini sgomberino la fascia costiera che è sotto il loro controllo”, conclude.

12.09 –  Il Segretario generale della Nato Jens Stoltenberg ha annullato le visite programmate a Berlino e Bucarest a causa di un’infezione da fuoco di Sant’Antonio e terrà colloqui programmati a distanza. Lo riferisce Reuters.

Guerra Russia Ucraina, Draghi: “Sanzioni duro colpo a economia di Mosca e oligarchi”

Diretta guerra Russia Ucraina
Guerra Russia Ucraina, Draghi: “Sanzioni duro colpo a economia di Mosca e oligarchi”

11.58“Il G7 e la Ue hanno mostrato una notevole unità e solidarietà nel sostenere l’Ucraina e nel mettere pressione sulla Russia per riprendere i negoziati. La Ue da sola ha approvato 6 pacchetti di sanzioni che hanno dato un duro colpo agli oligarchi vicini al Cremlino e a settori chiave dell’economia russa. Lo ha dichiarato il Presidente del Consiglio Mario Draghi durante la riunione ministeriale dell’Ocse a Parigi, quest’anno presieduta dall’Italia.

11.52Mosca ha annunciato manovre militari nel Mar Baltico, a largo di Kaliningrad, l’enclave russa sulla costa baltica tra Polonia e Lituania. Lo ha reso noto il Ministero della Difesa russo precisando che alle manovre partecipano “60 navi da guerra, oltre 40 aerei ed elicotteri e duemila unità della Flotta Baltica”.

Guerra Russia Ucraina, Zelensky: “2.600 i missili lanciati da Mosca, la maggior parte contro obiettivi civili”

Diretta guerra Russia Ucraina
Guerra Russia Ucraina, Zelensky: “2.600 missili lanciati da Mosca, la maggior parte contro obiettivi civili”

11.40 – La Russia ha lanciato oltre 2.600 missili contro l’Ucraina dal 24 febbraio. La maggior parte di questi sono stati usati per colpire obiettivi civili come imprese, ferrovie, ponti ed edifici residenziali. Lo ha dichiarato il Presidente ucraino Volodymyr Zelensky, citato dal Kyiv Independent.

11.33 – E’ in corso la battaglia per il controllo di Slavyansk, nell’est dell’Ucraina. Lo rendono noto le Autorità dell’autoproclamata Repubblica popolare di Donetsk, lo riporta la TASS.

Guerra Russia Ucraina, Podolyak: “Unico linguaggio compreso da Mosca è quello della forza”

Diretta guerra Russia Ucraina
Guerra Russia Ucraina, Podolyak: “Unico linguaggio compreso da Mosca è quello della forza”

11.22Dopo aver assaggiato il sangue dell’Europa una volta la Russia proverà a berlo tutto. Intimidendo, umiliando e derubando. L’unico linguaggio che Mosca comprende è il linguaggio della forza. La loro più grande paura è la nostra unità. L’unico modo per vincere è avere armi. Il bene deve sapersi difendere”. Così il Consigliere presidenziale ucraino Mykhailo Podlyak su Twitter.

11.11 Vladimir Putin “non è un supereroe” e andrà avanti “fin dove gli sarà permesso di andare”. Lo ha detto il vice Ministro per l’integrazione europea ed euro-atlantica dell’Ucraina Olha Stefanishyna. Mosca non ha cose che gli altri Paesi e le altre democrazie hanno: noi ucraini ed europei, se lavoriamo insieme, possiamo fermare la Russia, ha aggiunto.

Guerra Russia Ucraina, Lavrov: “Occidente resiste ferocemente alla formazione di un mondo multipolare”

Diretta guerra Russia Ucraina
Guerra Russia Ucraina, Lavrov: “Occidente resiste ferocemente alla formazione di un mondo multipolare”

11.05 –  L’Occidente, che non vuole perdere la sua posizione dominante, sta “resistendo ferocemente” alla formazione di un mondo multipolare e democratico. Lo ha dichiarato il Ministro degli Affari esteri russo Sergei Lavrov, il cui discorso di apertura della sessione plenaria delle XX Letture scientifiche internazionali di Likhachev è stato letto dalla rappresentante ufficiale del Ministero degli Esteri russo Maria Zakharova. “La questione della formazione di un mondo democratico e multipolare è particolarmente attuale oggi, quando assistiamo a una feroce resistenza ai cambiamenti in atto da parte di Stati che non vogliono perdere la loro posizione dominante nel sistema delle relazioni internazionali, il che va controcorrente rispetto a tutte le norme giuridiche, morali ed etiche”, le parole di Lavrov.

Guerra Russia Ucraina, Reznikov: “Situazione al fronte difficile, perdiamo 100 soldati al giorno”

Diretta guerra Russia Ucraina
Guerra Russia Ucraina, Reznikov: “Situazione al fronte difficile, perdiamo 100 soldati al giorno”

10.53 – La situazione al fronte è difficile: l’Ucraina perde ogni giorno circa 100 militari e fino a 500 rimangono feriti. Lo ha scritto su Facebook il Ministro della Difesa Oleksiy Reznikov, citato da Ukrinform.  “Moloch ha ancora molti mezzi per divorare vite umane per soddisfare il suo ego imperiale”, ha aggiunto Reznikov precisando che l’Ucraina non può permettersi di perdere i suoi “figli e figlie migliori”.

10.44 – Gli Stati Uniti inviano un nuovo lotto di obici M777 in Ucraina. Il Dipartimento della Difesa degli Stati Uniti ha pubblicato la foto di un obice M777 da 155 millimetri caricato su un aereo in rotta verso l’Ucraina. Precedentemente la Norvegia ha annunciato di aver consegnato a Kiev 22 unità di artiglieria semovente M109. Lo riporta il Kyiv Independent.

Guerra Russia Ucraina, Draghi: “Blocco del grano sta causando catastrofe globale”

Diretta guerra Russia Ucraina
Guerra Russia Ucraina, Draghi: “Blocco del grano sta causando catastrofe globale”

10.35“Lo sforzo per evitare la crisi alimentare deve cominciare dallo sblocco dei porti e della migliaia di tonnellate di cereali che sono lì. Lo sforzo di mediazione delle Nazioni unite è un notevole passo in avanti ma sfortunatamente è l’unico”. Lo ha detto il Premier Mario Draghi in apertura della riunione ministeriale dell‘Ocse a Parigi, quest’anno presieduta dall’Italia. Il blocco del grano sta facendo “aumentare i prezzi causando una catastrofe a livello mondiale”, ha aggiunto Draghi.

10.11 – Le truppe della Federazione Russa hanno colpito 14 insediamenti nella Regione di Donetsk, ci sono vittime. Lo rende noto la Polizia nazionale ucraina, citata da Ukrinform. Gli insediamenti attaccati dalle Forze Armate di Mosca sono Bakhmut, Vugledar, Zalizne, Avdiivka, Kurakhove, Slovyansk, Klishchiivka, Andriyivka, Novoselivka 1, Zhelanne, Opytne, Orlivka, Zvanivka e Kurdyumivka. Distrutte 37 strutture civili tra cui 26 edifici residenziali, due scuole, una fattoria, depositi di grano, una stazione ferroviaria e un edificio amministrativo.

Guerra Russia Ucraina, Kiev: “263 bambini uccisi e 488 feriti da inizio conflitto”

Diretta guerra Russia Ucraina
Guerra Russia Ucraina, Kiev: “263 bambini uccisi e 488 feriti da inizio conflitto”

10.00 – Sono 263 i bambini uccisi in Ucraina dal giorno dell’invasione russa del Paese. 488 quelli rimasti feriti. Lo rende noto l’ufficio del Procuratore generale ucraino, precisando che il maggior numero delle vittime si registra nelle Regioni di Donetsk, Kiev, Kharkiv e Chernihiv. I bombardamenti di città e villaggi ucraini da parte delle forze armate russe hanno danneggiato 1.971 istituzioni educative, 194 di queste sono andate completamente distrutte.

09.50 – Il Segretario generale della Nato Jens Stoltenberg ha annullato la visita a Berlino, durante la quale era previsto un incontro con il Cancelliere tedesco Olaf Scholz, i motivi non sono stati resi noti. Lo ha comunicato questa mattina il servizio stampa del Ministero della Difesa tedesco. Lo riporta Ria Novosti.

Guerra Russia Ucraina, Governatore Lugansk: “Con armi occidentali Severodonetsk libera in 3 giorni”

Diretta guerra Russia Ucraina
Guerra Russia Ucraina, Governatore Lugansk: “Con armi occidentali Severodonetsk libera in 3 giorni”

09.41Con armi a lungo raggio occidentali l’Ucraina potrebbe “ripulire” dalle truppe russe “Severodonetsk in due o tre giorni”. Lo ha scritto su Telegram il capo militare regionale del Lugansk Serhiy Haidai, precisando che al momento l’Esercito di Mosca sta assediando con forza la zona industriale rendendo impossibile l’evacuazione dei civili.

09.33 – Il blocco dei porti ucraini da parte della Russia potrebbe causare carenze alimentari in dozzine di Paesi e far morire di fame milioni di persone. Lo ha affermato il Presidente Volodymyr Zelensky, citato da Ukrinform, durante un discorso al TIME100 Gala. “E’ stata la flotta russa, non quella britannica o qualsiasi altra, a bloccare i porti ucraini del Mar Nero, lasciando il mondo sull’orlo di una terribile crisi alimentare – spiega Zelensky – e non è solo una crisi dei prezzi. Non possiamo esportare il nostro grano, mais, olio vegetale e altri prodotti che hanno svolto un ruolo stabilizzante nel mercato globale. Ciò significa che, sfortunatamente, potrebbe esserci una carenza fisica di prodotti in dozzine e dozzine di Paesi in tutto il mondo”, conclude.

Guerra Russia Ucraina, Zelensky: “Mosca si sente ancora forte, non è disposta a negoziare”

Diretta guerra Russia Ucraina
Guerra Russia Ucraina, Zelensky: “Mosca si sente ancora forte, non è disposta a negoziare”

09.17 –  La Russia non è disposta a negoziare la fine della guerra perché si sente ancora forte. Lo ha detto il Presidente ucraino Volodymyr Zelensky ai leader delle corporazioni statunitensi ribadendo ancora una volta la necessità di sanzioni più severe nei confronti di Mosca. “Dobbiamo indebolire la Russia, il mondo dovrebbe farlo”, ha aggiunto.

09.03 – Bombardato per due volte dall’esercito russo l’impianto chimico Azot a Severodonetsk, dove sono attualmente rifugiati circa 800 civili e 200 dipendenti. Almeno due officine sono state colpite, una di queste per la produzione di ammoniaca. Lo riferisce il capo dell’Amministrazione militare Regionale del Lugansk Serhiy Haidai, citato da Ukrinform.

Guerra Russia Ucraina, cronaca del 106esimo giorno di conflitto

Il conflitto tra Mosca e Kiev giunge al 106esimo giorno con l’offensiva russa che si concentra nella parte orientale del Paese: Severodonetsk è ormai quasi totalmente sotto il controllo della Forze Armate di Mosca. I soldati ucraini valutano il ritiro, ma sono ancora alla periferia della città. “La battaglia è feroce, molto feroce. Qui si decide il destino del Donbass, ha spiegato il Presidente ucraino Zelensky.

Diretta guerra Russia Ucraina
Guerra Russia Ucraina, cronaca del 106esimo giorno di conflitto

Non arriva la tanto attesa fumata bianca sul grano, nessun accordo concretotra Mosca e Kiev dopo il fallimento della mediazione di Ankara: per la Russia le navi potranno partire quando verranno tolte le sanzioni. Il ricatto alimentare del Cremlino rimane uno dei grandi problemi del conflitto. Nel frattempo gli Stati Uniti ribadiscono il sostegno militare a Kiev: Washington continuerà a fornire le armi necessarie per vincere la guerra contro la Russia. E Zelensky annuncia che il prossimo autunno il gas e il carbone ucraino non saranno venduti all’estero.