Molestie sessuali a ragazzine di 16 anni, paura sul treno da Gardaland a Milano | La denuncia dei genitori

Molestie sessuali a un gruppo di ragazze di 16 e 17 anni sul treno da Peschiera del Garda a Milano: “Eravamo circondate, alcune di noi sono svenute”. La rabbia dei genitori.

Attimi di tensione per 6 ragazzine sul treno che da Gardaland le avrebbe riportate a Milano. Salite alla stazione di Peschiera del Garda, si sono ritrovate in una bolgia di adolescenti, la maggior parte nordafricani, provenienti da un maxi raduno (con disordini) in spiaggia.

molestie sessuali
Molestie sessuali a ragazzine di 16 anni, paura sul treno da Gardaland a Milano | La denuncia dei genitori

Giovedì 2 giugno erano a bordo del treno regionale 2640 che da Peschiera del Garda, in provincia di Verona, doveva riportarle a casa dopo aver trascorso una giornata a Gardaland. Come riportato da Il Giorno, le 6 minorenni sarebbero state molestate sessualmente, in maniera pesante e per diversi minuti, da un gruppo di giovani. Verosimilmente saliti a bordo del vagone dopo aver passato la giornata sulla spiaggia di Peschiera, attirati da un video su TikTok che sponsorizzava una sorta di raduno. “Eravamo circondate. Il caldo era asfissiante, alcune di noi sono svenute”, l’aggressione sessuale è avvenuta “mentre cercavamo un controllore avanzando a fatica lungo i vagoni. Ridevano. Ci dicevano ‘le donne bianche qui non salgono'”, hanno raccontato le ragazze al quotidiano milanese.

Molestie sessuali a ragazze di 16 anni, la rabbia dei genitori: “Abbiamo chiamato il 112 ma nessuno è intervenuto”

“Abbiamo chiamato noi il 112 ma nessuno è intervenuto”, hanno denunciato i genitori delle giovani, riuscite a scendere alla stazione di Desenzano grazie all’intervento di un ragazzo.

molestie sessuali
Molestie sessuali a ragazze di 16 anni, la rabbia dei genitori: “Abbiamo chiamato il 112 ma nessuno è intervenuto”

E sul profilo Instagram Milanobelladadio è comparso il messaggio di una delle madri delle ragazze: “Mia figlia di 16 anni oggi si è recata a Gardaland con le sue amiche e salite sul treno per il rientro verso Milano spiega la donna. “Sono state accerchiate, palpeggiate, molestate da alcuni soggetti. Non riuscivano a scendere dal treno perché ammassati. Sono riuscite a scendere a Desenzano del Garda, sotto shock, in lacrime. E noi genitori siamo andati a recuperale. Ora mi chiedo, ma è possibile che ancora avvengano fatti del genere?!, si domanda. “Poi leggo di baby gang che si sono ritrovate oggi e provenienti tutte da Milano. Ma cosa aspettano ad intervenire prendendo seri provvedimenti, fino a che punto bisogna arrivare?”, conclude. Venerdì, tutte e sei le ragazze hanno presentato denuncia alla Polfer della stazione Centrale di Milano.