Italia-Argentina, troppa Seleccion per gli Azzurri | Messi e compagni portano a casa il trofeo

Dopo 29 anni sono tornate a sfidarsi la vincente dell’Europeo e quella della Coppa America: Italia contro Argentina in una sfida dal sapore amaro per gli azzurri che non parteciperanno al prossimo mondiale del Qatar.

Prima della partita emozioni per Giorgio Chiellini, alla sua ultima gara con la maglia azzurra.

Un momento di gioco della Finalissima tra Italia e Argentina giocata a Londra

Dopo aver salutato la Juventus Giorgio Chiellini saluta anche la Nazionale Italiana. E lo fa ancora da protagonista, nel tempio del calcio inglese a Wembley, prima del calcio d’inizio della Finalissima tra Italia e l’Argentina, ultima gara per l’ormai ex difensore bianconero. A rendere omaggio a “Re Giorgio” è la Figc con una cerimonia nel pre-partita: il presidente federale Gabriele Gravina ha consegnato al difensore centrale un trofeo come tributo alla sua straordinaria carriera in Nazionale, che stasera si chiude con la presenza n.117.

Un emozionante congedo davanti ai compagni, ai tanti campioni dell’Argentina che nel tunnel, Messi compreso, sono andati a salutarlo, ma soprattutto davanti ai tifosi dove poco meno di un anno fa si è laureato campione d’Europa.

Finalissima, troppa Argentina per l’Italia che capitola dopo neanche mezzora di gioco

In campo però tutta un’altra storia con la formazione di Mancini che resiste solo 28 minuti prima di capitolare.

Al 28′ Messi conquista palla e va via, mettendo successivamente una assist per Lautaro che supera Donnarumma. Il raddoppio degli argentini arriva poco prima del fischio finale del primo tempo: Lautaro recupera palla dopo un lancio lungo del suo portiere. Bonucci non contrasta efficacemente.  Di Maria recupera palla e supera con uno scatto Chiellini, e segna.

Nella ripresa l’Argentina avrebbe potuto dilagare andando in gol più volte. Un po’ per bravura di Donnarumma e un po’ per imprecisione dei suoi attaccanti il risultato non è cambiato. Neanche quando la stessa difesa azzurra si è trovata a gestire un proprio errore: un retropassaggio di Bonucci che stava finendo in rete. Il recupero di Donnarumma ha evitato il 3-0.

Al 90′ c’è stato spazio anche per Paulo Dybala, entrato per una manciata di minuti, giusto in tempo per siglare il definitivo 3-0. Alla fine la coppa della Finalissima è finita nelle mani dei sudamericani che dopo aver vinto la Coppa America portano a casa un altro importante trofeo, in vista di dicembre quando disputeranno il mondiale in Qatar da protagonisti. L’Italia, invece, starà a guardare.