Guerra Ucraina, Zelensky messaggio video nel Giorno della Memoria | “La Russia come il regime nazista”

C’è un video diffuso su Telegram di Volodymyr Zelensky che sta facendo il giro del mondo. In occasione dell’8 maggio, Giornata della Memoria e della Riconciliazione dopo la fine della Seconda Guerra mondiale, il presidente dell’Ucraina ha diffuso un messaggio molto chiaro.

In bianco e nero, con i palazzi bombardati alle spalle, il disastro che sta lasciando la guerra Russia-Ucraina, una maglietta nera e la scritta ‘Ukrainian‘. Così il presidente Volodymyr Zelensky manda un video messaggio sentito al suo popolo m anche al mondo intero che guarda con ansia la conflitto. “La primavera può’ essere in bianco e nero? Esiste un febbraio eterno? Le parole d’oro sono svalutate? Sfortunatamente, l’Ucraina conosce le risposte a tutte queste domande. Sfortunatamente, le risposte sono sì” dice.

Zelensky, video
Guerra Ucraina, Zelensky messaggio video nel Giorno della Memoria | “La Russia come il regime nazista”

Sono le prime frasi del video in cui Zelensky paragona gli orrori nazisti ai crimini che i russi stanno compiendo dal 24 febbraio in Ucraina. “Ogni anno l’8 maggio, insieme all’intero mondo civile, onoriamo tutti coloro che hanno difeso il pianeta dal nazismo. Milioni di vite perdute, destini paralizzati, anime tormentate e milioni di ragioni per dire al male: mai più, dice il presidente ucraino.

Il video è realizzato secondo precisi canoni. E’ in bianco e nero, così da rendere ancor meglio la sovrapposizione tra immagini della seconda guerra mondiale e le immagini della distruzione odierna. La camera è sempre in movimento, mentre Zelensky è fermo, a simboleggiare la solidità degli ucraini, di fronte al nemico.

Durante i due anni di occupazione, i nazisti vi uccisero 10.000 civili. In due mesi di occupazione, la Russia ha ucciso 20.000 persone. Le parole del presidente sono nette.  “In Ucraina è stata organizzata una sanguinosa ricostruzione del nazismo. Una ripetizione fanatica di questo regime: delle sue idee, azioni, parole e simboli. Una riproduzione dettagliata, maniacale, delle sue atrocità e un ‘alibi’ che presumibilmente dà uno scopo sacro malvagio.

Zelensky, video per il Giorno della Memoria | “Nuovo record mondiale di xenofobia, odio, razzismo e numero di vittime”

Una ripetizione dei suoi crimini e persino tentativi di superare il ‘maestro‘ e toglierlo dal piedistallo del più grande male della storia umana. Questo segna un nuovo record mondiale di xenofobia, odio, razzismo e numero di vittime che possono causare“, aggiunge.

Come a spiegare la scelta estetica del video, Zelensky dice che il buio è tornato in Ucraina. Ed è diventato di nuovo tutto in bianco e nero. Anche il presidente è vestito di nero, abbandonando l’orami mitica felpa verde militare. Ha una maglietta scura con una scritta al centro ‘I’M UKRAINIAN’.

Quel “mai più” che si usava come slogan per onorare quell’8 maggio del ’45 che segnava la fine della Seconda guerra mondiale, dice Zelenskynon vale più. Perché è accaduto ancora, di nuovo. Il video dura circa 15 minuti, ma la narrazione è costruita sapientemente con parole e immagini che mettono in evidenza il salto temporale, ma al contempo le stesse orrende scene di guerra. Ieri come oggi.