Guerra Ucraina, missili russi su Odessa e due comuni del Nord | Colpiti obiettivi militari e civili

73mo giorno della guerra Russia Ucraina. Nuovi attacchi anche oggi: missili lanciati in vari territori del Paese del presidente Zelensky. L’offensiva russa è tutt’altro che conclusa: cosa sta accadendo e quali sono le zone maggiormente colpite.

Il conflitto bellico è entrato in una fase molto delicata, ma fonti della NATO non sarebbero così propense a ipotizzare una guerra fra l’Europa e Mosca. A dichiararlo è il vicesegretario della NATO, Mircea Geoana, che ha rilasciato una intervista ai microfoni di Al Jazeera.

Guerra Ucraina Odessa bombardamenti
Guerra Ucraina, missili russi su Odessa e due comuni del Nord | Colpiti obiettivi militari e civili (Immagine Rete)

Nel frattempo i militari dell’Ucraina continuano a resistere e lanciare controffensive nella regione di Kharkiv, il fronte potrebbe estendersi ancora di più. La Russia non placa le mire espansionistiche e procede con gli attacchi in diverse zone dell’Ucraina.

Guerra Russia Ucraina, russi attaccano in diverse zone | Dove si fronteggiano i due eserciti

La zona di Odessa continua ad essere bersaglio con quattro missili da crociera che si sono abbattuti su territori ucraini. A dichiararlo è il comando operativo dell’Ucraina meridionale: per fortuna non ci sarebbero vittime. Intanto la Russiacontinua a infliggere danni materiali alle infrastrutture della regione e a esercitare pressione psicologica sulla popolazione civile“, si legge nella nota delle forze armate ucraine. A riportare la notizia è Ukrinform.

Le esplosioni dei missili sono ben visibili da diverse zone di Odessa. I bombardamenti arrivano a distanza di poco tempo l’uno dall’altro. Le immagini circolate in Rete mostrano infatti la fitta coltre di nube nera che si alza da varie parti della cittadina ucraina attaccata dai militari russi.

Guerra Russia Ucraina, bombardamenti anche in altre zone | Non c’è solo Odessa

Sono diversi i missili sparati dalla forze russe contro l’Ucraina nelle varie località del Paese, specialmente nella regione di Sumy. Proprio questa zona era stata occupata all’inizio del conflitto, ma le forze militari russe si sarebbero ritirate ormai da diverso tempo. Si registrano anche offensive militari nelle zone di Myropil e Khotin. Ad annunciare i raid è Dmytro Zhyvytskyy, capo dell’amministrazione regionale, che ha tracciato un bilancio su quanto sta accadendo. Fonti qualificate parlano comunque di una guardia di frontiera ferita a causa dei bombardamenti avvenuti nella zona.

Bersagliate le zone di Sumy e Odessa a poca distanza dalle parole di Volodymyr Zelensky che annuncia di voler raggiungere un accordo di pace, senza però chiedere la riannessione della Crimea. I negoziati di pace con Vladimir Putin non sono ancora ben definiti, ma la speranza dell’Ucraina è di concludere al meglio il conflitto, soprattutto senza cedere nulla a Mosca.

Attacchi anche a Mykolaiv

Sono quattro le esplosioni avvertite nel distretto di Voznesensk che si trova nella regione meridionale di Mykolaiv. A diffondere la notizia è l’amministrazione militare con un messaggio su Telegram. Ai residenti è stato chiesto di non ignorare gli allarmi antiaerei e di attenersi alle disposizioni.