Cartabianca, Orsini “condanna” la Berlinguer | Decisione inequivocabile: cosa cambierà

Novità importante per Bianca Berlinguer e il suo programma Cartabianca. Cosa c’entra il docente universitario Alessandro Orsini e quali sarebbero le conseguenze.

Nell’occhio del ciclone prima per le dichiarazioni del professore Orsini sulla vicenda della guerra in Ucraina, a seguire nuove polemiche che avrebbero coinvolto la trasmissione Cartabianca. Con la pausa estiva si ferma il programma, ma emergono nuovi dettagli in casa Rai 3.

Bianca Berlinguer
Cartabianca, Orsini “condanna” la Berlinguer | Decisione inequivocabile: cosa cambierà

La scelta era nell’aria e adesso potrebbe concretizzarsi del tutto. Il talk show condotto da Bianca Berlinguer ha sempre riscosso consensi, ma da qualche tempo le polemiche hanno preso il sopravvento, da qui la possibile svolta.

Rai e il problema Cartabianca, cosa sta accadendo | Le conseguenze per Bianca Berlinguer

La Rai avrebbe deciso di chiudere il talk show Cartabianca condotta da Bianca Berlinguer. A riportare la notizia è Il Fatto Quotidiano. All’origine di tutto ci sarebbe l’esigenza di rinnovamento, da qui la scelta di non sposare il programma. Ma i problemi potrebbero ripercuotersi con le voci sempre più incessanti. Prima l’ipotesi spostamento in seconda serata, ora addirittura la cancellazione del programma.

Bianca Berlinguer Cartabianca novità
Rai e il problema Cartabianca, cosa sta accadendo | Le conseguenze per Bianca Berlinguer

Sta di fatto che a Bianca Berlinguer sarebbe stato addirittura proposto un passaggio a Rai 1 con una trasmissione in seconda serata. I listini presenti su Rai Pubblicità conterrebbero ancora la trasmissione Cartabianca in vista della prossima stagione, ma i palinsesti sono sempre soggetti a variazioni. Alcune vicende degli ultimi mesi, così come riportato dal quotidiano, avrebbero comunque in parte aumentato le polemiche.

Problemi per la trasmissione condotta da Bianca Berlinguer, le conseguenze

La discussione sulla guerra in Ucraina, con tanto di partecipazione del professore Alessandro Orsini, avrebbe generato un effetto boomerang. Prima la proposta di contratto con compenso ad ogni puntata, a seguire le polemiche e la decisione di ospite fisso in modalità gratuita. All’origine della possibile chiusura programma non ci sarebbe questo, almeno non in maniera esclusiva, da qui tutte le valutazioni del caso da parte della Rai.

Le dichiarazioni di Orsini sulla sorte dei bambini in guerra, del tipo “preferisco che vivano in una dittatura e non muoiano sotto le bombe in nome della democrazia“, avrebbe scatenato non poche polemiche. Da quel momento in poi Orsini avrebbe continuato a partecipare al programma senza alcun compenso. Anche parte della politica nazionale si sarebbe scagliata contro il docente, con tutte le conseguenze del caso per l’effetto mediatico ricaduto inevitabilmente sulla trasmissione.