Milan-Investcorp, le cifre dell’affare: ore decisive | Occhio al fondo americano Ares che tenta il colpo di scena

Milan-Investcorp, accordo a un passo: gli studi legali stanno sistemando gli ultimi aspetti finanziari. Firma prevista entro pochi giorni ma il fondo Ares tenta il colpo di coda. 

Il terzo cambio di proprietà negli ultimi cinque anni sembra ormai cosa fatta. Investcorp ed Elliott proseguono le trattative per la cessione del club. Il fondo del Bahrain è pronto a mettere sul piatto circa 1,2 miliardi di euro per l’acquisto del Milan.

milan-investcorp
Milan – Investcorp, firma vicinissima: le cifre dell’affare | Spunta il fondo americano Ares: chi sono

L’iter delle due diligence è stato sostanzialmente portato a termine, senza che siano emerse particolari criticità. Ora le parti stanno discutendo la struttura finanziaria dell’operazione su cui iniziano a emergere dettagli importanti. Del miliardo e 180 milioni necessari ad acquistare il club rossonero Investcorp investirebbe circa 800 milioni di equity (risorse proprie), mentre i restanti 400 figurerebbero come prestito transitorio di tipo bancario.

Degli 800 milioni messi sul piatto dal gruppo del Bahrein circa la metà verrebbero stanziati da alcuni sottoscrittori di Investcorp, per maggior parte famiglie facoltose dell’area del Golfo Persico. I restanti 400 arriverebbero grazie all’ingresso nell’operazione di Ares Capital, gruppo finanziario americano tra i principali gestori di investimenti alternativi a livello globale.

Milan-Investcorp, spunta il fondo americano Ares: la strategia del gruppo del Bahrein

Dietro la mossa di Investcorp c’è una strategia ben definita. L’operazione finanziaria messa in piedi dal fondo del Bahrein è stata studiata per arrivare al closing (previsto al termine del campionato) e mutare l’assetto azionario del club in un secondo momento.

milan-investcorp
Milan – Investcorp, spunta il fondo americano Ares: la strategia del gruppo del Bahrein

In quest’ottica Ares verrebbe utilizzato come strumento finanziario per portare a termine l’operazione. Investcorp sostituirebbe in seguito la posizione del fondo statunitense, ripagandolo con il capitale suoi sottoscrittori, nell’ambito di un ampliamento delle quote destinate alle famiglie benestanti del Golfo Persico.

Tra l’altro non è la prima volta che il nome Ares Capital circola negli ambienti calcistici. Già nel febbraio dello scorso anno del gruppo americano si era scritto in relazione alla trattativa che avrebbe potuto portare alla cessione dell’Inter al fondo di private equity Bc Partners. Inizialmente Ares fu accostato al gruppo come possibile partner nell’operazione, in seguito si parlò di un possibile interesse autonomo ma l’affare non si concretizzò. Oggi la situazione è completamente diversa, tra Elliott e Investcorp (affiancato da Ares) la trattativa fila liscia. Difficile ipotizzare il giorno esatto della fumata bianca. Probabile a questo punto che le parti si riaggiornino la prossima settimana per mettere tutto nero su bianco.