Guerra Ucraina, ministro Kubrakov annuncia danni provocati dal conflitto | Le cifre del disastro

La guerra in Ucraina continua a mietere vittime e non mancano le nuove strategie da ambo le parti. Da un lato si fa la conta di danni e feriti, dall’altro si cerca di conquistare nuovi territori. 

La regione di Kherson è finita in mano ai russi e adesso il Cremlino ha scelto di indire un referendum per i prossimi 14 e 15 maggio. Con questo voto si dovrebbe sancire l’annessione di Lugansk e Donetsk. L’obiettivo è perseguire quanto già proposto in Crimea.

Guerra Ucraina
Guerra Ucraina, ministero Infrastrutture annuncia danni provocati dal conflitto | Le cifre

Nel frattempo dagli Stati Uniti giungono nuove accuse per la Russia. A parlare è Beth Van Schaack, ambasciatrice americana per gli affari di giustizia penale internazionale. “Abbiamo informazioni credili che un’unità militare russa, operante nelle vicinanze di Donetsk, abbia giustiziato ucraini che stavano tentando di arrendersi, piuttosto che prenderli in custodia“, ha commentato.

Guerra Ucraina, la conta dei danni | Le cifre

L’Ucraina ha dichiarato danni alle infrastrutture del Paese, da quando è iniziato il conflitto, pari a 85 miliardi di euro. A riportare la notizia è Oleksandr Kubrakov, attuale ministro delle Infrastrutture. Le cifre sono state annunciate durante una riunione del Congresso dei poteri locali e regionali. Presente all’evento anche Zelensky.

Zelensky guerra Ucraina
Guerra Ucraina, la conta dei danni | Le cifre

Mykhailo Podoliak ha intanto scritto un messaggio social per raccontare quanto sta accadendo nel Paese. “La propaganda non ha fondo. La libertà di parola è morta in Russia, ma il Mmnistero della Difesa ha in programma un tour stampa per i media occidentali a Mariupol. In effetti, uno spettacolo falso. Attraversano Rostov mostrando attori con storie sulle atrocità dell’esercito ucraino. Qualcuno crede ancora a questo circo di Orwell?“, ha ricordato uno dei principali protagonisti dei negoziati, nonché consigliere del presidente Zelensky.

Ucraina, Guterres a Kiev | Il monito di Zelensky

Il segretario generale dell’Onu Antonio Guterres è giunto in Ucraina per parlare con Zelensky. Prima il colloquio non andato a buon fine con Vladimir Putin e successivamente il trasferimento direzione Kiev. L’idea è quella di visitare BorodiankaBucha Irpin, zone rese note per diversi abusi da parte della Russia. Intanto lo stesso Guterres ha chiesto a Putin l’immediato cessate il fuoco.

Volodymr Zelensky ha pubblicato come di consueto un videomessaggio per parlare di quanto sta accadendo sul fronte della guerra. “Si sta preparando un’importante decisione dell’Unione Europea. La Commissione Europea ha accettato di eliminare tutti i dazi e i contingenti sulle esportazioni ucraine per un anno, oltre a sospendere le tariffe antidumping. (…) In questo momento, ciò ci permetterà di mantenere il più possibile l’attività economica in Ucraina, la nostra produzione nazionale“, ha dichiarato il presidente dell’Ucraina.