Sparatoria in asilo, morti due bambini e l’insegnante | Dinamica agghiacciante

Una grave sparatoria è avvenuta in un asilo: il bilancio è provvisorio e parla già di vittime. Nulla da fare per due bambini: indagini in corso. 

Una decisione presa in poco tempo e poi l’assalto con un fucile da caccia all’interno di un asilo. Brutale azione di un uomo di 68 anni che ha colpito a morte insegnanti e bambini presenti nella struttura. In pochi attimo si è scatenato il panico all’interno della struttura. Sul posto personale sanitario e polizia.

Sparatoria in un asilo
Sparatoria in un asilo, morti due bambini e una insegnante | La dinamica è agghiacciante (immagine Rete)

Una sparatoria in piena regola che non ha lasciato scampo ad alcuni dei presenti. L’uomo armato ha fatto letteralmente irruzione nella struttura e ha iniziato a sparare contro bambini e adulti. Sul posto la polizia per i rilievi del caso e il personale sanitario per i soccorsi dei feriti.

Sparatoria in un asilo, cosa è accaduto | I dettagli

La sparatoria all’interno dell’asilo Ryabinka è avvenuta nella regione di Ulyanovsk, precisamente nella zona di Veshkayma. Un cittadino di 68 anni, indicato dai media russi con il nome di Aleksandr Droni, avrebbe esploso dei colpi di fucile da caccia in una scuola. Uccisi due bambini di 5 e 6 anni e l’educatrice Olga Mitrofanova che stava tentando di fuggire sul balcone.

Sparatoria asilo
Sparatoria in un asilo, cosa è accaduto | I dettagli (Immagine Rete)

Le indagini sono in corso e si parla di un altro dipendente dell’asilo ricoverato in ospedale per ferite da arma da fuoco: le sue condizioni sarebbero gravi. La notizia è stata confermata dall’agenzia Interfax che cita fonti qualificate. L’attentatore ha aperto il fuoco per poi togliersi la vita dopo quanto compiuto.

Indagini in corso, cosa è emerso | Il movente

Attualmente non c’è alcun movente che possa spiegare quanto accaduto nel villaggio russo di Veshkayma. L’agenzia Interfax parla di un attentatore con una regolare licenzia di caccia e con armi posseduta legalmente. A confermare la notizia c’è anche un portavoce del governo regionale. “Confermiamo la sparatoria e la presenza di quattro corpi”, riferisce un portavoce“, dichiara.

L’ex governatore della regione di Uljanovsk, Sergej Morozov, ha parlato di una situazione da analizza nel complesso e “da prevenire con misure adeguate“. Sta di fatto che anche un’altra insegnante sarebbe rimasta ferita, ma in tal caso non ci sarebbero conferme ufficiali. Sul posto la polizia per i rilievi del caso, nonché per comprendere la dinamica della sparatoria avvenuta in un asilo della Russia.