Lazio, Lotito non si tiene: scontro duro con la Curva Nord | Poi l’avvertimento a Sarri

La sconfitta nel finale di partita contro il Milan continua a bruciare in casa Lazio. Il presidente biancoceleste Claudio Lotito, intercettato da alcuni giornalisti nel centro di Roma, ha parlato anche di quello, ma non solo.

Il numero uno della Lazio si è anche soffermato sul rapporto burrascoso con i tifosi biancocelesti che avevano minacciato di non fare entrare gli altri tifosi allo stadio come segno di rappresaglia nei confronti della società.

Il presidente della Lazio Claudio Lotito

La Lazio è ancora in corsa per un posto in Europa. La formazione di Maurizio Sarri viene però da una sconfitta pesante contro il Milan, maturata allo scadere e che ha posto nell’occhio del ciclone dei social media il difensore Francesco Acerbi, contestato da una parte dei tifosi biancocelesti per una risata subito dopo il gol di SandroTonali. Un gol arrivato allo scadere e che ha fissato il risultato sul 2-1 in favore dei rossoneri.

Una risata che per alcuni tifosi ha avuto il sapore della beffa, soprattutto perché in passato Acerbi non ha mai nascosto il suo tifo per il Milan.

Lotito: “Acerbi? Reazione isterica” E su Sarri non ha dubbi.

E il presidente Lotito ha preso le difese del suo giocatore, definendo la sua risata una reazione isterica del difensore.

La vicenda Acerbi? Si è chiarito che se uno è sotto pressione ha reazioni isteriche di carattere nervose“. Lotito si  è anche soffermato sul tema della contestazione dei tifosi laziali con i cronisti che gli hanno chiesto se questa frattura possa essere saldata. “Chiedetelo ai tifosi – ha detto Lotitonon posso dare consigli. Se la cantano e se la suonano da soli, prendono a pretesto qualunque cosa come i 40 euro per il biglietto. Mi perdoni, Andate a fare un’indagine a quanto li mettono le altre squadre mentre noi solo in quattro partite sull’arco del campionato. Stesso prezzo per Inter e Juventus, quindi non capisco quale sia il problema. La battuta “tanto non vengono lo stesso”? Non si devono arrabbiare. La mia non era una battuta, ma una constatazione di fatto“.

Il numero uno biancoceleste ha anche parlato del tecnico: “Contento di Sarri? I conti si fanno alla fine come tutte le cose. Non è certo nemmeno Sarri? E chi lo ha mai detto che non è certo. La contentezza si esplicita quando si raggiunge un traguardo, adesso è ancora prematuro, fermo restando che io ho una grande considerazione nei suoi confronti. E’ un uomo di grandi qualità e lavora 24 ore su 24 per il campo – ha concluso LotitoQuesto non si discute“.