Nuovo codice della strada, cambia la viabilità per pedoni e automobilisti | Ecco cosa c’è da sapere

Stando quanto riportato dal sito dell’Asaps (Associazione Sostenitori e Amici Polizia Stradale) sarebbe prossimo l’arrivo del decreto del Ministero delle Infrastrutture e della Mobilità Sostenibile, che disciplinerà l’utilizzo dei semafori con il conto alla rovescia. Ecco come funzioneranno e dove verranno istallati. 

È in arrivo un decreto che disciplinerà l’utilizzo di semafori con il countdown (il contro alla rovescia) anche per le auto. Cosa cambierà con questo sistema.

Codice della strada, cambiano i semafori: come funzioneranno

Molto utili per pedoni e ciclisti, ora il loro uso verrà esteso anche alle auto. Si tratta dei semafori con il conto alla rovescia che permettono di visualizzare i secondi residui per l’attraversamento stradale. In questo ultimo caso in via di approvazione, consentiranno agli automobilisti di farsi trovare maggiormente pronti allo scattare del verde.

Ovviamente prima di diventare ufficiali, è tutt’ora un corso la sperimentazione avviata dal Mims, il ministero delle Infrastrutture e della mobilità sostenibile, in alcune città e comuni dove sono stati installati questi dispositivi. Dai primi rilievi è emerso che queste apparecchiature sono in grado di garantire benefici in termini di sicurezza, poiché di fatto riducono i “tempi morti” del traffico, nonché il tempo di reazione degli automobilisti. Inoltre è emerso che, sempre per massimizzare la sicurezza, l’installazione dei countdown debba essere prevista con lanterne pedonali e ciclabili di luce gialla.

Codice della strada, cambiano i semafori, dove li troveremo

Nel decreto saranno previsti alcuni scenari definiti “critici“, che renderanno obbligatorio l’uso di questi dispositivi con il conto alla rovescia.

Codice della strada, cambiano i semafori: come funzioneranno e cosa dice la UE

Nello specifico, le intersezioni dove sono presenti attraversamenti pedonali o ciclabili e gli attraversamenti al di fuori delle intersezioni. A questi, come accennato, verranno abbinati le lanterne pedonali di luce gialla, in caso di collocamento su strade che presentano almeno un senso di marcia, un numero di corsie maggiore a due, o che richiedono almeno 20 secondi per l’attraversamento.

Saranno obbligatori anche nelle intersezioni urbane dove sono installati sistemi di rilevamento delle infrazioni di passaggio con il semaforo rosso, e dove la durata del giallo è inferiore a 5 secondi. Nel decreto sarà anche presente un allegato tecnico che specificherà le caratteristiche di questi dispositivi. In linea di massima verranno predisposti su impianti semaforici esistenti, o, in alternativa, in occasione della sostituzione integrale delle lanterne, o comunque, l’installazione congiunta sia delle lanterne che dei dispositivo di contro alla rovescia, è prevista in impianti semaforici realizzati ex novo.

LEGGI ANCHE>> Morte Romina Vento, ennesimo femminicidio: arrestato il compagno | Avrebbe finto un incidente…

Semafori con il contdown, la parole della UE

Il decreto che è già stato presentato il 9 febbraio, prima dell’arrivo alla Commissione Europea verrà vagliato nuovamente dal Ministero. Quando approderà alla UE, passeranno tre mesi in attesa di osservazioni da parte degli stati membri dell’Unione. Al termini di questo tempo avverrà la pubblicazione definitiva sulla Gazzetta Ufficiale.