Tre attentati a Tel Aviv: ci sono vittime e feriti | Un terrorista in fuga

Ancora panico e sangue per le strade di Tel Aviv dopo gli attacchi terroristici di qualche settimana fa.

Nuovi agguati si sono verificati in tre zone di in una via centralissima della città israeliana.

Una fotogramma di uno dei video postati sui social dopo il nuovo attacco a Tel Aviv

Poco più di una settimana fa un attentatore aveva ucciso, con il suo fucile, diversi innocenti in varie zone fuori Tel Aviv. A perdere la vita furono 4 persone, colpite dall’odio di un uomo che aveva iniziato a sparare indiscriminatamente per strada. La follia si è ripetuta anche oggi.

La strategia è sempre la stessa. Più attacchi in diverse zone per creare panico e più vittime possibili.

L’attacco è stato messo a segno da due killer in diverse zone del centro

A colpire, questa volta, potrebbero essere stati due uomini, in una zona centrale della città di Tel Aviv: via Dizengoff.

 

Al momento il bilancio ufficiale parla di due morti e diversi feriti, alcuni in gravi condizioni. La polizia ha invitato la popolazione a non avvicinarsi alla zona. Come raccontano i media israeliani, gli avventori dei locali – la zona è ricca di bar e ristoranti – hanno lasciato di corsa il proprio posto. Molte le ambulanze che sono arrivate sul luogo.

L’attacco è avvenuto in tre punti diversi della via. Lo ha detto il portavoce della polizia, Eli Levi, che ha invitato la popolazione a mettersi al riparo e a non disturbare le forze di soccorso. La polizia – ha proseguito – sta ancora setacciando la zona. Il premier Naftali Bennett ha seguito gli sviluppi dal ministero della difesa a Tel Aviv. La polizia inizialmente aveva parlato di due killer, uno di questi ucciso.

Notizie successive, però hanno parlato di un unico aggressore il quale sarebbe riuscito a fuggire. La polizia israeliana sta setacciando la zona e la città per scovare il killer che ha agito nella zona della movida di Tel Aviv. Ci sarebbe difatti un sospettato: Scene di giubilo si sono registrare a Gaza quando la notizia è stata diffusa. Fonti locali riferiscono che dai minareti delle moschee sono stati letti versetti del Corano e che ci sono stati numerosi spari in aria. Un gruppo armato – i Comitati di resistenza popolare – ha pubblicato un documento di felicitazione.

Anche Hamas si è felicita per l’attentato a Tel Aviv. ”Noi salutiamo quella operazione – ha detto Mahmud a-Zahar, uno dei leader storici del movimento – che è una conseguenza della continua aggressione nella nostra terra e nei nostri Luoghi santi”. In un comunicato ufficiale Hamas ha definito “eroicol’attentato di Tel Aviv. “Ci opponiamo ai tentativi di imporre un carattere ebraico a Gerusalemme, e all’ingresso di ‘coloni’ nella moschea al-Aqsa. Siamo determinati a difendere Gerusalemme col sangue e col fuoco“.

LEGGI ANCHE  “Multare chi indossa il velo” proposta shock di un leader europeo | Scoppia la polemica

Domani, in occasione del primo venerdì del Ramadan, 3.000 agenti di polizia israeliani saranno dislocati a Gerusalemme per mantenere l’ordine pubblico mentre decine di migliaia di fedeli islamici affluiranno verso la Spianata per partecipare alle preghiere.