Latina, arresti per corruzione: domiciliari Sindaco di Sabaudia. La Procura: “Sistema criminoso”

Sono 16 le persone arrestate dai carabinieri del comando provinciale di Latina all’interno dell’operazione condotta dalla procura. Tra le misure cautelari anche la sindaca di Sabaudia Giada Gervasi agli arresti domiciliari

latina arresti
Latina, arrestate 16 persone anche la sindaca di Sabaudia

Nelle indagini condotte dai carabinieri di Latina sono coinvolte una ventina di persone. Tra queste amministratori, funzionari pubblici e imprenditori a cui vengono contestate, a vario titolo, i reati di corruzione, peculato e falso ideologico.

In base alla ricostruzione dei fatti, le indagini coordinate dalla procura di Latina e condotte dal procuratore aggiunto Carlo Lasperanza e dai sostituti procuratori Antonio Sgarella e Valentina Giammaria, hanno riguardato anche concessioni demaniali rilasciate dal comune di Sabaudia. In questo momento sono ancora in corso le perquisizioni nonché i sequestri.

Leggi anche: Green Pass falsi, simulavano vaccinazioni: 35 persone nei guai

Leggi anche: Morte Attanasio, chiuse le indagini: il movente che ha portato all’uccisione

Latina, arrestate 16 persone. Ai domiciliari anche la sindaca di Sabaudia

latina arresti
Latina, 16 arresti tra cui anche la sindaca di Sabaudia

Le indagini del comando provinciale di Latina che hanno visto il fermo di 16 persone, sono in corso anche per la sindaca di Sabaudia alla quale sono contestati 11 episodi di turbativa d’asta e uno di corruzione. Nel totale, sarebbero circa una ventina i soggetti finiti nel registro degli indagati della procura.

Le prime indagini sono iniziate nel novembre del 2019 a seguito dell’incendio alla centrale termica dell’Ente Parco Nazionale del Circeo e alle minacce rivolte al Comandante della Stazione Carabinieri Forestali “Parco di Sabaudia”.

In una nota rilasciata dalla procura di Latina, come riportato anche da skytg24, si legge: “I militari dell’arma, nel corso delle investigazioni, durate oltre sette mesi, hanno accertato e ricostruito undici episodi di turbativa d’asta, la formazione di innumerevoli atti falsi, nonché condotte corruttive che sarebbero state poste in essere dalla sindaca di Sabaudia e da amministratori comunali, in concorso con imprenditori e funzionari comunali”.

Con l’accusa di favoreggiamenti di alcune ditte vicine all’amministrazione comunale è finita anche la Coppa del Mondo di canottaggio, che si sarebbe dovuta svolgere a Sabaudia nel 2020.

In riferimento alla gara mondiale di canottaggio, gli inquirenti hanno scoperto un giro d’affari illecito di circa un milione di euro a favore di alcune ditte nella realizzazione sia del campo di gara sia nell’affidamento del servizio di manutenzione degli impianti di illuminazione pubblica.

LEGGI ANCHE >> Scommesse online per 300mila euro: nei guai percettrice Reddito di Cittadinanza

Il Gip di Latina: “Sindaco di Sabaudia a capo di un sistema criminoso”

“Un consolidato e produttivo apparato clientelare tra i dipendenti del Comune di Sabaudia e una serie di imprenditori privati”. Con queste parole il Gip di Latina Giorgia Castriota motiva l’ordinanza di custodia cautelare a carico di 16 persone, tra cui la Sindaca di Sabaudia, accusate, a vario titolo di corruzione, turbativa d’asta e falso. “Al vertice di tale sistema criminoso  – prosegue Castriotasi colloca proprio la sindaca del Comune di Sabaudia Giada Gervasi attorniata da soggetti che ricoprono anch’essi posizioni apicali all’interno della giunta comunale, quali assessori, dirigenti e
consiglieri”, conclude.