Siria, attacco dello Stato Islamico alla prigione Al-Sina’a: membri ISIS in fuga. Molte vittime

Attacco alla prigione di Al-Sina’a nella città di Al Hasaka nel nord est della Siria con un’autobomba. In fuga diversi detenuti e estremisti dell’Isis. Ci sono diverse vititme. 

Siria, attacco dello Stato Islamico alla prigione Al Hasaka

Sono riusciti a fuggire almeno 20 membri dell’Isis dalla prigione di Al-Sina’a nella città di Al Hasaka, quartiere Gweiran, nel nord est della Siria, dopo un attacco di soldati jihadisti appartenenti allo Stato Islamicoorganizzato con un’autobomba. Al momento il bollettino, provvisorio, dice che ci sono 27 jihadisti e 21 miliziani curdo-siriani morti durnate i combattimenti dentro e attorno al carcere.

A dare la notizia l’emittente panaraba “Al Arabya” che ha spiegato come sono stati fatti esplodere tre serbatoi di carburante caricati su due auto. Subito alcune fonti hanno riferito che aerei della coalizione internazionale a guida USA, hanno iniziato a sorvolare l’area, per sostenere le forze di sicurezza che circondavano il centro di detenzione.

LEGGI ANCHE>> Quirinale, il centrosinistra non ci sta: “Non ci prestiamo al gioco del centrodestra”

Siria, attacco a una prigione di Al Hasaka

Siria, attacco dello Stato Islamico alla prigione Al Hasaka fuggiti 20 detenuti

Nell’attacco sono rimasti feriti alcuni membri delle Forze di sicurezza interne, note come Asayish, e anche Forze democratiche siriane, a maggioranza curda sostenute dagli alleati statunitensi. A riferirlo L’Osservatorio siriano per i diritti umani che aggiorna anche il bollettino sulle vittime degli scontri a fuoco.

Sempre ieri un altro assalto nel paese, è invece di almeno sei civili, metà dei quali bambini, le vittime uccise e altri 24 feriti per via di un attacco missilistico alla città siriana nordoccidentale di Afrin.