Quirinale, il centrosinistra non ci sta: “Non ci prestiamo al gioco del centrodestra”

Continua il tira e molla sulla candidatura di Silvio Berlusconi come Presidente della Repubblica. Nell’attesa di una ufficialità dal centrosinistra fanno sapere che non si sarà un appoggio su un candidato di centrodestra.

Continuano le trattative nel centrodestra per la scelta di un candidato per il Quirinale

Silvio Berlusconi ha breve dovrebbe sciogliere la sua riserva. Fonti di palazzo parlano di un passo indietro e un possibile suo endorsement sui nomi che la coalizione di centrodestra proporra agli alleati. Dalla parte opposta, però, gli spifferi che arrivano sono di chi si tira fuori e preferisce non stare a giochi di parte.

LEGGI ANCHE > No vax, minacce anche a Pregliaco: la reazione del virologo

L’aspettativa che si sta creando per l’annuncio dell’endorsement di Berlusconi su nomi di centro destra a seguito della sua attesa rinuncia non è una questione che ci riguarda” dicono fonti del Nazareno.

Il centrosinistra è chiaro: “Voteremo un presidente super partes”

Il centrosinistra non appoggerà nessun candidato del centrodestra

Riguarda forse il centro destra, non noi. Siccome tutta l’ipotesi di assalto al Colle da parte del centrodestra è stata costruita sulla fake news che i numeri dessero loro un diritto di prelazione, noi ribadiamo l’indisponibilità a prestarci a questo gioco. Non voteremo un candidato di centrodestra” continuano dal centrosinistra.

LEGGI ANCHE > In carcere per stupro si scopre anche indagato per 10 rapine. Ecco chi è l’uomo

Voteremo un presidente super partes, come i numeri di questo Parlamento senza maggioranza impongono” la conclusione